0

Vostok insegna la geometria delle abitudini

La geometria delle abitudini è il nuovo album dei pugliesi Vostok, esce a quattro anni di distanza dal debutto Lo spazio dell’assenza. Conterrà nove brani. Nove nuove storie che parlano di ritorno, confidenza, intimità, sicurezza. E memoria. E dovere. Uscirà il 31 gennaio 2017 per la neonata Nonomori: “Dovere, l’impegno che prendi con ciò che ami. La geometria delle abitudini è questo”.

Vostok

Vostok

 

Vostok (“est”, fu il primo progetto sovietico di missioni spaziali umane che riuscì, per la prima volta nella storia, a portare un uomo nello spazio) è un progetto artistico nato alla fine del 2011 da un idea di Giuseppe Argentiero improntato a diversi generi: cantautoriale, ethereal neofolk, smooth jazz, neoclassica. Il progetto ha previsto sin dall’inizio la collaborazione di diversi artisti, con la figura di Mina Carlucci come secondo membro stabile. Nel 2013 pubblicano Lo spazio dell’assenza (Golden Morning Sounds), i brani originali proposti dall’ ensemble raccontano il contrasto tra ilvuoto ed il pieno, utilizzando la vita di tutti i giorni. Nel 2015 partecipano al tributo ai Novembre “A treasure to find” (Mag-Music Productions) presentando una cover riarrangiata insieme adAustralasia, in compagnia di band come Arctic Plateau, Shores of Null e Lenore S. Fingers. I Vostok non hanno un’intensa attività live, degna di nota è però la partecipazione nell’agosto del 2012 allo YEAHJASI! Brindisi Pop Fest in compagnia di Claudio Rocchi, Gianni Maroccolo e Amerigo Verardi. Il secondo album dei Vostok, La geometria delle abitudini, uscirà a gennaio 2017 per Nonomori