0

Cremonini, più che logico (live) è magico! #BuonViaggio Cesare

Dopo quasi dieci anni Cesare Cremonini esce con un doppio disco dal vivo impreziosito da un altro album con quattro inediti e un ricco libricino scritto di suo pugno:si intitola Più che Logico Live ed esce il 26 maggio. Sono andato a Bologna, nel suo studio di registrazione, per ascoltare in anteprima gli inediti e un assaggio del disco live. E poi dal 23 ottobre il tour riparte con 15 nuovi concerti: prevendite dalle ore 15 del 14 aprile.

La locandina del Tour

La locandina del Tour

Cremonini a quando risale l’ultimo album live?
Lo ho pubblicato nel 2006 e quindi sono ormai una decina d’anni. Ero al Teatro Smeraldo di Milano.
Oggi sarebbe inadeguato.
In questo 2015 totalizzo quattro Forum di Assago ed è il frutto di dieci anni di lavoro costante sia sui live che sui progetti discografici.
Oggi la musica si propaga più facilmente.
Per portare la musica nelle case delle persone basta un click, più difficile portare la gente nei palasport.
Dalla teoria dei colori a una cover in bianco e nero.
E’ il momento giusto per ricominciare. Provo una forte gratitudine verso chi mi ha accompagnato in questo viaggio, sono stato protetto sia nelle scelte azzardate che non. Il tour è figlio delle richieste ma è un altro passo in avanti.
Che tour sarà?
Il palco è nuovo, nuovo anche l’impianto luci e la scaletta che comprende le quattro canzoni inedite cui tengo molto.
Nuove?
Certo. Ho scelto di scrivere canzoni nuove e non utilizzare rimasugli o scarti che ci sono sempre. Gli inediti devono raccontare un mondo ognuno. C’è sempre più necessità di canzoni che, come dice Ligabue, possano rompere il muro del suono e portare il pubblico verso cose più particolari, intime, nascoste e dunque anche verso un nuovo tour. Ogni inedito deve saper stare in piedi da solo e raccontare un mondo.
Cosa cambia col passato?
Finora ho scritto canzoni che attingevano a quello che ho imparato, studiato, ai riferimenti classici, ai classici della musica rock.
Perché la voglia di una sterzata così netta?
Ho 35 anni e devo buttarmi se no ripeto sempre la stessa formula: Maggese era il campo coltivato ora mi sento un campo da coltivare.
Una vera ripartenza.
Ho finito gli assi nascosti nella manica, quello che giocherò ora è sconosciuto anche a me. Sono modi di intendere la canzone per me nuovi. Spero che anche per la musica in generale possa essere una nuova prospettiva interessante.
Fino a ieri che ha fatto?
Ho lavorato per crescere nella scrittura delle canzoni, mi sono sempre più specializzato per diventare un artista che nel tempo sa accumulare singoli di successo per accontentare il mio bisogno artistico con la rima e la poesia.
Oggi il vestito di una canzone è fondamentale?
Certo. Credo in una canzone cantautorale sappia svecchiarsi e diventare competitiva a livello internazionale usando la lingua italiana. Oggi senza singoli è una partita un po’ persa.
Su queste basi i live saranno sempre più impegnativi.
Negli ultimi quattro anni abbiamo portato tanta gente ai live e vogliamo fare ancora di più. Nel live non si possono mettere canzoni a caso. Mi lascio andare alle tentazioni più forti che non è essere paraculi ma più generosi possibile. Nel nuovo tour vogliamo liberarci dal riportare esattamente il disco sul palco, ci saranno medley del passato anche se i Lunapop oggi sono molto distanti da me. Metterò in scaletta b-side, saprò meravigliare.
Ci presenta gli inediti?
Allora 46 nasce dall’amicizia e dalla mia frequentazione di tanti anni della MotoGP: è mondo vivo e di grandi eroi dunque adatto a ispirare parole e musiche nuove, potrebbe esserci l’ispirazione per un album. Posso dire una cosa?
Certo.
La leggerezza degli ultimi inediti mi dà i brividi, io abituato alla struttura possente di Logico qui mi ritrovo più leggero.
Proseguiamo.
Buon viaggio è la prima canzone della mia carriera che mi fischietto in auto. Non si lamenta, è un antipasto del disco. Scrivere oggi è scoprire, è come avere un campo da coltivare.
Lost in weekend?
Ha attacco alla Vasco anni Ottanta. Potrebbe essere la linea di un nuovo album.
Infine Quasi quasi.
E’ una canzone d’amore di quelle che mancavano da tempo, è precisa e tagliente.

0

Io e Anna e Cesare Cremonini

Dopo il grande successo di Logico#1, brano italiano più passato dalle radio nel 2014, e Greygoose, sarà in radio da domani Io e Anna, il terzo singolo di Cesare Cremonini estratto dal disco Logico (disco di platino e miglior album dell’anno al Medimex 2014) e on line dalla settimana prossima il videoclip della canzone diretto da Edoardo Gabbriellini (regista con cui Cesare ha vinto il Nastro D’Argento nel 2013) che vede la partecipazione dell’attrice Tea Falco.

Cesare Cremonini

Cesare Cremonini

Musica minimale e testo ricco di sfumature per una canzone che parla in soggettiva di un uomo al confine tra la fine e l’inizio di una lunga storia d’amore. Così Cesare spiega Io e Anna: “Cosa succede alle vite dei protagonisti delle canzoni che amiamo, quando la musica finisce? Che fine avranno fatto ad esempio i protagonisti di “Anna e Marco”, il capolavoro di Lucio Dalla che raccontava in modo cinematografico il sentimento e la fragilità di due anime di periferia? Avranno avuto dei figli? Una casa in centro? O si saranno comprati a rate una grande macchina, o solo vissuto la classica crisi di coppia del settimo anno, oppure vagheggiano ancora sotto la stessa luna sognando di fuggire? Queste sono le domande a cui ho cercato di dare risposta, non senza ironia, scrivendo questa canzone. Io e Anna parla di loro. Marco è la parte debole, forse più immatura, ma ancora sognatrice. Ad Anna invece improvvisamente manca qualcosa.È l’amara riflessione su una storia che sembrava eterna, ma che si scontra con il cinismo e la freddezza dell’amore ai tempi dei social network e dell’apparire. Io penso che tra gli accordi di questa canzone ci sia la difficoltà tutta del nostro tempo nell’instaurare rapporti a lungo termine. Per quanto riguarda il video di ho chiesto a Edoardo Gabbriellini, di dirigerlo. Ci siamo posti insieme l’obiettivo di realizzare qualcosa che stesse a metà tra un cortometraggio e un videoclip. Cercavo un linguaggio diverso da quelli solitamente proposti nei video musicali di oggi. Tea Falco interpreta Anna. Io vesto i panni di Marco. Sono felice del risultato e orgoglioso di presentare questo video al pubblico”.

E’ terminato a fine novembre il Logico Tour 2014 che con oltre centomila presenze ha riscosso un grandissimo successo in tutta Italia confermando ancora una volta Cremonini come uno dei più eclettici e acclamati performer della scena musicale italiana. Attualmente Cesare è impegnato in studio alla realizzazione di un progetto che vedrà la luce nella tarda primavera del 2015 e che sarà la naturale prosecuzione dell’ultimo disco e del tour nei palasport appena concluso.

0

Infinito Cremonini, anche a Bari sold out!

Un altro incredibile risultato per il nuovo tour di Cesare Cremonini, che dopo aver debuttato con un doppio sold-out al Mediolanum Forum di Milano la scorsa settimana, e registrato il tutto esaurito nelle tappe di Rimini, Conegliano, Bologna, Mantova e Padova (quest’ultima è stata addirittura spostata di venue per contenere l’altissima richiesta da parte del pubblico), chiude le vendite anche del concerto al PalaFlorio di Bari per esaurimento biglietti.

Con Cesare all'Arena...io giornalista lui gladiatore

Con Cesare all’Arena…io giornalista lui gladiatore

Con oltre 100 mila biglietti venduti, il “Logico Tour 2014″ raddoppia il numero di presenze rispetto allo scorso tour “La Teoria dei colori” del 2012.
Un concerto “caleidoscopio”. É questa l’impressione che si ha lasciandosi scivolare nel vortice dell’incredibile successione di brani che in quasi due ore di musica ci ricorda i successi che in questi 15 anni di carriera, Cesare Cremonini ha regalato alla musica italiana. Uno spettacolo, questo, in cui per la prima volta, Cesare ha la possibiltià di esprimere tutti i tratti caratteristici del suo talento, mettendo in mostra sia lo “scrittore di canzoni” che lo showman che il musicista, illuminando i risvolti inediti del talento di un artista che non ha mai usato altro che le proprie canzoni per farsi conoscere e riconoscere: il pop 2.0. La nuova generazione della canzone d’autore.
Molti i brani in scaletta che ripercorreranno la carriera dell’unico artista italiano capace di un’evoluzione difficile, complessa ed esaltante, unanimemente considerato autore e performer completo, l’unico a combinare la più nobile tradizione italiana con una scrittura di respiro internazionale.
Questi i musicisti sul palco del “Logico Tour 2014″: Cesare Cremonini (voce e piano), Nicola (Ballo) Balestri (basso); Andrea Morelli (chitarre); Alessandro De Crescenzo (chitarre); Michele Mecco Guidi (hammond); Nicola Peruch (elettronica e tastiere); Andrea Fontana (batteria); Marco Tamburini (tromba); Chris Pescosta (cori e chitarra); Roberta Montanari (cori).
Radio Italia è la radio ufficiale del “Logico Tour 2014″(per informazioni rivolgersi a Live Nation, tel 02. 530061).