0

Il musical “Balliamo sul mondo” con i successi di Ligabue conquista a Milano

Il musical “Balliamo sul mondo”, scritto e diretto da Chiara Noschese con i più grandi successi di Ligabue, sarà al Teatro Nazionale di Milano fino al 27 ottobre.

Il cast di Balliamo sul Mondo

Il cast di Balliamo sul Mondo

di Alberto Dotti

Due atti e venti canzoni per raccontare le vicissitudini, gli intrecci, i sorrisi e le difficoltà di un gruppo di amici nell’arco di un decennio, che segna il passaggio dalla vita da liceali al mondo dei “grandi”. Lo spettacolo si sviluppa tra due capodanni: quello del 1990 e quello del 2000. Le luci si abbassano, cala il silenzio e sulle note delicate di “Ho messo via” si dà il via a una storia che ci farà battere il cuore: “Balliamo sul mondo” non è – come si può immaginare – il musical di Ligabue, ma la storia di un gruppo di giovani di provincia che – nello storico e iconico “Bar Mario” – si racconta attraverso le canzoni di Ligabue. Quella del Liga non è una semplice colonna sonora, ma anzi, un supporto alla narrazione, un vero e proprio faro sulle vite, gli animi e i pensieri dei 13 protagonisti. Una scenografia semplice ma d’impatto, accompagna i vari attori e le loro vite sul palco. Durante il primo atto siamo alle prese con il Capodanno del 1990: per i protagonisti è il primo da maggiorenni e l’ultimo da liceali. Emergono sin da subito le tensioni e le difficoltà di un vero gruppo di amici. Nonostante questo, la festa non tarda ad arrivare e la prima notte del nuovo decennio diventa magica: tra chi vuole cambiare e chi vuole restare così com’è, sulle strofe di “Certe notti” vengono espressi i desideri per il nuovo anno. Uno fra tutti è il rivedersi dieci anni più tardi sempre al Bar Mario, per festeggiare il Capodanno del nuovo
millennio. È qui che inizia il secondo atto: i nostri ragazzi devono fare i conti con gli anni trascorsi e i loro vissuti. Cambia l’atmosfera, cambiano le dinamiche: dall’ingenua spensieratezza degli anni del liceo, si passa al peso delle responsabilità della vita adulta: insomma, è il “peso della valigia”. Il tutto si conclude con la rottura della quarta parete sulle note di “Tra palco e realtà”: i protagonisti si tolgono i costumi di scena e ci ritroviamo a tu per tu con gli attori che cantano un medley dei più grandi successi di Ligabue. Tutto il teatro diventa un Campovolo in miniatura. L’intero pubblico è coinvolto nello spettacolo: le dinamiche dei protagonisti arrivano tanto ai ragazzi quanto a chi ragazzo non lo è più… e che forse, per una sera, può tornare a esserlo. Si parla di amori che nascono e amori che finiscono, di carriere che faticano a decollare, di amicizie e di futuro, il tutto in una leggerezza mai superficiale. Il contributo di Ligabue è riscontrabile soprattutto nei dialoghi dei ragazzi, oltre che nell’accurata scelta dei brani. Il risultato è un’armonia perfetta, una giovane simbiosi tra teatro e musica, che ci riporta negli anni ’90. Questi ragazzi ci insegnano che – come dice il Liga – «La vita è un po’ più forte del tuo dirle ‘Grazie no’». È un fiume che scorre e anche se le ripide spaventano, navigarlo è e resta l’unica opzione. La corrente ci porta sempre più in là, ci basta solo procedere, magari – perché no – “Senza paura”.

0

Radio Italia Live, che festa in Piazza Duomo a Milano

Anche quest’anno, nella meravigliosa cornice del Duomo di Milano si è tenuto il Radio Italia Live, il concerto che come ogni anno da il via all’estate, che fa fatica a partire. Nonostante il cielo pieno di nuvole i fan dei cantanti pronti a esibirsi non potevano mancare. Anche quest’anno a presentare il concerto abbiamo visto Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu. 9 8 7… Inizia il countdown del pubblico, la Mediterran Orchestra diretta dal Maestro Bruno Santori è pronta, il tetto tel palco si abbassa ed il suono del basso da inizio allo show.

Marco Mengoni

Marco Mengoni

di Carlotta Sorrentino

Arrivano sul palco i presentatori e dopo una breve introduzione lanciano la scheda del primo artista pronto a esibirsi. Ad aprire il concerto e scaldare il pubblico per bene è Gué Pequeno con il singolo Millionario. A seguire si esibisce nei brani 2% e Bling Bling (Oro) per la gioia del pubblico più mainstream che insieme al rapper ha cantato tutti i brani senza sbagliare nemmeno una parola. Dopo il rapper è il turno di una band che accontenta tutto il pubblico, anche quello non troppo aggiornato sulla tendenza hip hop, i Tiromancino. A concerto iniziato nessuno sembra più preoccuparsi delle nuvole che si infittiscono sopra le loro teste, sulle note di Pappagalli e Pachidermi sale sul palco Francesco  Gabbani, che sembra essere in piena estate, tanto da togliersi la giacca e rimanere con solo una camicia hawaiana per cantare E’ Un’altra Cosa e la hit Occidentali’s Karma, ovviamente tutti la cantano e ballano fomentando energia nel cantante che scivola a destra e sinistra del palco bagnato dalla pioggia. Dopo una piccola pausa arriva uno dei momenti più attesi dello show (almeno per me) e sale sul palco del Radio Italia Live la mitica Loredana Bertè, che indossando una minigonna di jeans ci canta Cosa Ti Aspetti Da Me e Non Sono Una Signora. Al termine delle due canzoni Loredana è pronta a scendere dal palco, invece salgono ad accompagnarla i Boomdabash per esibirsi nel successo Non Ti Dico No, canzone che riporta tutto il pubblico all’estate passata, trasformando la Piazza del Duomo di Milano in una spiaggia. Luca e Paolo si avvicinano a Loredana per salutarla, ma c’è una sorpresa! I presentatori hanno scelto la Bertè per omaggiare Milano e la sua Madunina, così i tre, insieme al pubblico più milanese, cantano O Mia Bela Madunina. Salutiamo Loredana e accogliamo Sfera Ebbasta e con il suo sound trap esalta tutto il pubblico a prescindere dalla loro età. La pioggia si fa fitta e con un’impermeabile verde militare arriva sul palco, tra le urla e gli applausi, Marco Mengoni che canta il suo nuovo singolo Muhammad Ali. Il pubblico urla, scalpita e canta con lui, Marco Mengoni sa proprio stare sul palco. Come per ogni cantante ci aspettiamo tre canzoni, invece Marco Mengoni ci fa una sorpresa e dopo essersi esibito nei brani Ti Ho Voluto Bene Veramente e Hola ci canta anche Io Ti Aspetto, facendo questo meraviglioso regalo a tutto il pubblico. Luca e Paolo salutano Mengoni mentre il palco viene allestito per un’ospite veramente speciale. Il tetto del palco si abbassa e per Radio Italia World entra Sting con tutta l’orchestra in piedi che
lo applaude. Mentre la pioggia si fa più intensa e ormai il cielo è coperto, con una chitarra acustica Sting ci regala una performance meravigliosa del brano Roxanne, creando un’atmosfera affascinante e romantica in tutta la piazza. Continua con Message In The Bottle e Every Breath You Take. Al termine un boato assale il palco e Luca emozionato riesce a baciare Sting, scherzando ammette che per un mese non si laverà la faccia.

Sul palco ci rimangono solo i due presentatori che viste le elezioni europee appena concluse decidono di regalare una canzone ironica alla politica italiana. Finito lo sketch è il momento di Ultimo, acclamato dalle più giovani e con uno svenimento tra il pubblico ci canta Pianeti, I Tuoi Particolari e Ti Dedico il Silenzio. Le urla non diminuisco e sale sul palco Alessandra Amoroso che con il suo sorriso e la sua energia riesce a far dimenticare la pioggia che ormai ha inondato la piazza. Sul palco ecco entrare Rocco Hunt, che però non si esibirà, semplicemente presenta il suo nuovo brano Benvenuti In Italy insieme alla coppa Uefa under 21. Infatti è proprio Rocco che ha scritto i brano per questo evento sportivo che si terrà nel nostro paese. La serata sta finendo, o meglio iniziando. Sembra che inizi un concerto nel concreto. Ad aprire questo concerto Rock è Ermal Meta con Dall’alba Al Tramonto amato dal pubblico lascia poi il palco al grandissimo Luciano Ligabue accompagnato dalla sua chitarra elettrica che chiude il Radio Italia Live con un vero e proprio mini concerto aperto da Certe Donne Brillano e chiuso con un Medley dei sui più grandi successi. Nonostante la pioggia è sicuramente stato un concerto imperdibile, e speriamo che come ogni anno dia il via ad un’estate indimenticabile e ricca di grandi successi.

0

Ligabue torna alla grande nel 2019: disco e tour negli stadi

Il 2019 inizia con il grande ritorno di LUCIANO LIGABUE!

Luciano Ligabue (foto di Ray Tarantino)

Luciano Ligabue (foto di Ray Tarantino)


Da domani, venerdì 11 gennaio, sarà in radio e disponibile in digitale il nuovo brano LUCI D’AMERICA, primo singolo estratto dal dodicesimo disco d’inediti di Ligabue in uscita a marzo (Zoo Aperto/F&P Music Hub/Warner Music). Lunedì 14 gennaio il video del brano, girato in California, sarà disponibile online. Luci dAmerica è stato prodotto da Federico Nardelli. In estate Ligabue sarà poi in concerto nei principali stadi dItalia con un grande show!