0

Atlantico on Tour, il nuovo progetto discografico di Marco Mengoni

ATLANTICO ON TOUR è il nuovo progetto discografico di Marco Mengoni che uscirà per Sony Music venerdì 25 ottobre ed è già disponibile in pre-order in tutti gli store digitali.

Marco Mengoni è Atlantico on Tour

Marco Mengoni è Atlantico on Tour

Questo lavoro arriva a conclusione di un viaggio straordinario, iniziato a novembre scorso, quando per la prima volta il lancio di un disco è diventato un festival a Milano, e proseguito con un tour partito da Berlino che ha riempito i palazzetti europei e italiani. ATLANTICO e suoi singoli hanno collezionato dischi di platino e sono arrivati quest’estate nei luoghi della bellezza per un tour a emissioni zero.

Tutto questo anno è racchiuso in un doppio CD che conterrà 3 brani totalmente inediti, oltre all’album doppio platino ATLANTICO 19 tracce dal vivo registrate durante il tour sold out, in Italia ed Europa. Il primo dei tre inediti è DUEMILA VOLTE, scritto da Marco assieme a Davide Simonetta, Alessandro Raina e Alessandro Mahmoud sarà il primo singolo disponibile in radio e su tutte le piattaforme da venerdì 4 ottobre.

Già testimonial per l’Italia della campagna Planet or Plastic? di National Geographic, Mengoni rinnova ancora una volta il suo impegno per l’ambiente. Per il nuovo album ha scelto infatti un particolare packaging sostenibile in cartone naturale che si biodegrada in soli due mesi, la cui produzione ha generato meno C02 e si è servita di un ridotto consumo di energia e acqua, aiutando così a combattere il cambiamento climatico. Per ribadire l’importanza dei piccoli gesti, al posto della plastica è stata usata la fibra di mais, che può diventare un ottimo fertilizzante.

Dal 6 novembre ATLANTICO TOUR ritorna nei palazzetti d’Italia ed Europa e il fittissimo calendario non smette di registrare sold out: oltre ai due appuntamenti di Conegliano, raggiunge il tutto esaurito anche la sesta data di Marco al Mediolanum Forum di Milano. Tutti i possessori di biglietto che acquisteranno l’album fisico, avranno la possibilità di partecipare a una straordinaria iniziativa per vivere un’esperienza esclusiva con Marco durante il tour. 

I biglietti per le date del tour sono in vendita su www.ticketmaster.itwww.ticketone.it e in tutti i punti vendita autorizzati.
TRACK LIST CD 1

  1. DUEMILA VOLTE
  2. CALCI E PUGNI
  3. IL DESTINO DAVANTI
  4. VOGLIO
  5. HOLA (I SAY) feat. Tom Walker
  6. BUONA VITA
  7. MUHAMMAD ALI
  8. LA CASA AZUL
  9. MILLE LIRE
  10. INTRO DELLA RAGIONE
  11. LA RAGIONE DEL MONDO
  12. AMALIA FADO feat. Vanessa Da Mata, Selton
  13. RIVOLUZIONE
  14. EVEREST
  15. I GIORNI DI DOMANI
  16. ATLANTICO
  17. HOLA
  18. DIALOGO TRA DUE PAZZI

 

TRACK LIST CD 2 LIVE

  1. INTRO ATLANTICO
  2. MUHAMMAD ALI
  3. VOGLIO
  4. TI HO VOLUTO BENE VERAMENTE
  5. IN UN GIORNO QUALUNQUE
  6. SAI CHE
  7. PROTEGGITI DA ME
  8. MILLE LIRE
  9. ONDE
  10. HOLA
  11. MONDO LOON
  12. GUERRIERO
  13. IO TI ASPETTO
  14. PAROLE IN CIRCOLO
  15. CHAN CHAN
  16. BUONA VITA
  17. SEI TUTTO
  18. LA RAGIONE DEL MONDO
  19. L’ESSENZIALE


ATLANTICO TOUR

6 NOVEMBRE PERUGIA – PALABARTON

8 NOVEMBRE MILANO – MEDIOLANUM FORUM SOLD OUT

9 NOVEMBRE MILANO – MEDIOLANUM FORUM SOLD OUT

10 NOVEMBRE MILANO – MEDIOLANUM FORUM

12 NOVEMBRE MANTOVA – GRANA PADANO ARENA & THEATRE SOLD OUT

14 NOVEMBRE CONEGLIANO – ZOPPAS ARENA SOLD OUT

15 NOVEMBRE CONEGLIANO – ZOPPAS ARENA SOLD OUT

17 NOVEMBRE PESARO – VITRIFRIGO ARENA

19 NOVEMBRE FIRENZE – MANDELAFORUM

22 NOVEMBRE ROMA – PALAZZO DELLO SPORT

24 NOVEMBRE EBOLI – PALASELE

26 NOVEMBRE REGGIO CALABRIA – PALACALAFIORE

28 NOVEMBRE ACIREALE – PAL’ART HOTEL SOLD OUT

29 NOVEMBRE ACIREALE – PAL’ART HOTEL

4 DICEMBRE BRUXELLES – SALLE MADELEINE

6 DICEMBRE AMSTERDAM – MELKWEG

8 DICEMBRE FRANCOFORTE – BATSCHKAPP

10 DICEMBRE COLONIA – CARLSWERK

13 DICEMBRE ZURIGO – SAMSUNG ARENA

15 DICEMBRE BARCELLONA – SALA BARTS

18 DICEMBRE LONDRA – SHEPHERD’S BUSH EMPIRE

0

Radio Italia Live, che festa in Piazza Duomo a Milano

Anche quest’anno, nella meravigliosa cornice del Duomo di Milano si è tenuto il Radio Italia Live, il concerto che come ogni anno da il via all’estate, che fa fatica a partire. Nonostante il cielo pieno di nuvole i fan dei cantanti pronti a esibirsi non potevano mancare. Anche quest’anno a presentare il concerto abbiamo visto Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu. 9 8 7… Inizia il countdown del pubblico, la Mediterran Orchestra diretta dal Maestro Bruno Santori è pronta, il tetto tel palco si abbassa ed il suono del basso da inizio allo show.

Marco Mengoni

Marco Mengoni

di Carlotta Sorrentino

Arrivano sul palco i presentatori e dopo una breve introduzione lanciano la scheda del primo artista pronto a esibirsi. Ad aprire il concerto e scaldare il pubblico per bene è Gué Pequeno con il singolo Millionario. A seguire si esibisce nei brani 2% e Bling Bling (Oro) per la gioia del pubblico più mainstream che insieme al rapper ha cantato tutti i brani senza sbagliare nemmeno una parola. Dopo il rapper è il turno di una band che accontenta tutto il pubblico, anche quello non troppo aggiornato sulla tendenza hip hop, i Tiromancino. A concerto iniziato nessuno sembra più preoccuparsi delle nuvole che si infittiscono sopra le loro teste, sulle note di Pappagalli e Pachidermi sale sul palco Francesco  Gabbani, che sembra essere in piena estate, tanto da togliersi la giacca e rimanere con solo una camicia hawaiana per cantare E’ Un’altra Cosa e la hit Occidentali’s Karma, ovviamente tutti la cantano e ballano fomentando energia nel cantante che scivola a destra e sinistra del palco bagnato dalla pioggia. Dopo una piccola pausa arriva uno dei momenti più attesi dello show (almeno per me) e sale sul palco del Radio Italia Live la mitica Loredana Bertè, che indossando una minigonna di jeans ci canta Cosa Ti Aspetti Da Me e Non Sono Una Signora. Al termine delle due canzoni Loredana è pronta a scendere dal palco, invece salgono ad accompagnarla i Boomdabash per esibirsi nel successo Non Ti Dico No, canzone che riporta tutto il pubblico all’estate passata, trasformando la Piazza del Duomo di Milano in una spiaggia. Luca e Paolo si avvicinano a Loredana per salutarla, ma c’è una sorpresa! I presentatori hanno scelto la Bertè per omaggiare Milano e la sua Madunina, così i tre, insieme al pubblico più milanese, cantano O Mia Bela Madunina. Salutiamo Loredana e accogliamo Sfera Ebbasta e con il suo sound trap esalta tutto il pubblico a prescindere dalla loro età. La pioggia si fa fitta e con un’impermeabile verde militare arriva sul palco, tra le urla e gli applausi, Marco Mengoni che canta il suo nuovo singolo Muhammad Ali. Il pubblico urla, scalpita e canta con lui, Marco Mengoni sa proprio stare sul palco. Come per ogni cantante ci aspettiamo tre canzoni, invece Marco Mengoni ci fa una sorpresa e dopo essersi esibito nei brani Ti Ho Voluto Bene Veramente e Hola ci canta anche Io Ti Aspetto, facendo questo meraviglioso regalo a tutto il pubblico. Luca e Paolo salutano Mengoni mentre il palco viene allestito per un’ospite veramente speciale. Il tetto del palco si abbassa e per Radio Italia World entra Sting con tutta l’orchestra in piedi che
lo applaude. Mentre la pioggia si fa più intensa e ormai il cielo è coperto, con una chitarra acustica Sting ci regala una performance meravigliosa del brano Roxanne, creando un’atmosfera affascinante e romantica in tutta la piazza. Continua con Message In The Bottle e Every Breath You Take. Al termine un boato assale il palco e Luca emozionato riesce a baciare Sting, scherzando ammette che per un mese non si laverà la faccia.

Sul palco ci rimangono solo i due presentatori che viste le elezioni europee appena concluse decidono di regalare una canzone ironica alla politica italiana. Finito lo sketch è il momento di Ultimo, acclamato dalle più giovani e con uno svenimento tra il pubblico ci canta Pianeti, I Tuoi Particolari e Ti Dedico il Silenzio. Le urla non diminuisco e sale sul palco Alessandra Amoroso che con il suo sorriso e la sua energia riesce a far dimenticare la pioggia che ormai ha inondato la piazza. Sul palco ecco entrare Rocco Hunt, che però non si esibirà, semplicemente presenta il suo nuovo brano Benvenuti In Italy insieme alla coppa Uefa under 21. Infatti è proprio Rocco che ha scritto i brano per questo evento sportivo che si terrà nel nostro paese. La serata sta finendo, o meglio iniziando. Sembra che inizi un concerto nel concreto. Ad aprire questo concerto Rock è Ermal Meta con Dall’alba Al Tramonto amato dal pubblico lascia poi il palco al grandissimo Luciano Ligabue accompagnato dalla sua chitarra elettrica che chiude il Radio Italia Live con un vero e proprio mini concerto aperto da Certe Donne Brillano e chiuso con un Medley dei sui più grandi successi. Nonostante la pioggia è sicuramente stato un concerto imperdibile, e speriamo che come ogni anno dia il via ad un’estate indimenticabile e ricca di grandi successi.

0

Marco Mengoni tre notti all’Arena di Verona: un inno alla vita

Terza serata all’Arena di Verona per l’Atlantico Tour di Marco Mengoni, dopo tre anni di distanza e dopo alcuni viaggi, anche oltre oceano, che lo hanno portato a riconoscersi e a colorare il suo ultimo album di sfumature africane, medio orientali e sud americane.

Marco Mengoni all'Arena di Verona

Marco Mengoni all’Arena di Verona

di Irene Venturi

Esplosivo, energico, dirompente, Mengoni accoglie Verona con i suoi più grandi successi oltre a molti brani del suo ultimo progetto discografico. Atlantico, uscito il 30 Novembre 2018, è stato certificato doppio disco di platino. É un tripudio di emozioni. Il concerto si apre con il brano Muhammed All. Il palco è coperto da un  telo bianco che nasconde tutta la coreografia, le luci si spengono, si mostrano solo le figure dei tre coristi, le loro danze tribali. La voce di Muhammad Alì recita “I’m gonna show you how great I am”. Marco si palesa sul palco improvvisamente, vestito di bianco, rompendo l’atmosfera e dando vita a uno spettacolo più vivo che mai. Le coreografie in continuo mutamento hanno creato un gioco di colori e figure continuo. Le immagini, le narrazioni e le coreografie del pubblico hanno animato lo spettacolo dall’inizio alla fine ponendo un accento diverso in base alle diverse sfaccettature dell’emotività di  questo tour. Marco ci porta sempre “dove si vola”. Muhammad Alì, Voglio, Ti ho voluto bene veramente, In un giorno qualunque, Dove si vola, Sai che, Atlantico, Pronto correre chiudono il primo momento sella serata.

Le luci si spengono, il palco è oscurato e i musicisti non si intravedono. Sul led appare un monologo, un cartone animato, perché “Sei l’insieme delle esperienze che fai, del male che affronti, del tempo perso e di tutte, ma proprio tutte, le lacrime versate. Sei le sorprese mai riuscite e le promesse mai mantenute. Sei tutto quello che hai visto e quello che hai dimenticato. Siamo fatti del 60% di acqua, 20% di persone e 10% di quello che ci manca”, perché noi, insieme a tutti i
nostri perché, siamo la ragione del mondo. “Buona vita” sono due parole che lo svegliano una notte, e allora oggi è l’Arena a risvegliare Verona. Per chi ci vuole bene e per chi invece no, buona vita. Frida Kahlo appare sullo schermo, circondata da luci al neon. L’Arena si colora di luci e fogli a forma di cuore. Si passa poi alle case popolari portoghesi, per accompagnare i ritmi tribali dell’ultimo album. Lo scenario cambia in continuazione, ogni brano racconta una storia, quadri contrapposti in luoghi diversi. Vari i momenti di interazione con il pubblico, ma c’è un brano che fa smuovere i cuori dalle prime note: l’essenziale. É il pubblico a cantare, e lo fa all’unisono.

É il tempo del secondo intervento video, un collage di titoli della stampa internazionale perché “la mente è come un paracadute, funziona solo se si apre”. É un video di denuncia contro chi considera la Terra un “supermercato sempre aperto” e contro chi sa fare male senza rispettare il prossimo. Si conclude con una frase sullo schermo “Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia personale di cui non sai niente, sii gentile”. Diamo il LA alla canzone punta di diamante di questa serata: Guerriero. L’Arena si alza in piedi e dedica un lungo applauso. Marco è visibilmente emozionato, forse non se lo aspettava o forse non ti abitui mai alla gratitudine di un pubblico che ti ama.
Marco è un artista gentile, carismatico ma mai eccessivo. Tiene il contatto con il suo pubblico con gli occhi e con le emozioni che porta dentro. É uno spettacolo elegante ma estremamente energico, sentimentale ma di denuncia, per  ricordarci che siamo prima di tutto umani, tutti quanti. Il concerto si conclude con l’essenziale, animata dai fogli del fan club e la scritta “sei il mio essenziale”, e Hola, suonata al pianoforte dall’artista. Marco ringrazia per questi dieci anni di successi, crescita artistica e personale, e, visibilmente commosso, lascia il palco saltellando e salutando il pubblico con un veneto “vero ciò”. Dal 6 Novembre partirà il tour autunnale nei palazzetti delle principali città italiane, per poi
approdare su una selezione di capitali europee. Intanto, buona musica e… buona vita!