0

Dark Polo Gang: è Trap Lover il nuovo disco. L’INTERVISTA

Esce venerdì 28 settembre il primo album della Dark Polo Gang nella nuova formazione da tre composta da Wayne Santana, Tony Effe e Dark PyrexTrap Lover è il titolo dell’album che contiene 11 tracce inedite anticipate dal singolo British. Il trio “alieno” idolo dei giovani farà sicuramente parlare di sé ancora una volta con quest’album prodotto da Sick Luke e da Michele Canova, uno tra i più importanti e riconosciuti produttori nel panorama italiano. Abbiamo incontrato la Gang per farci raccontare dell’album.

Dark Polo Gang

Dark Polo Gang

di Carlotta Sorrentino

Ora che Arturo (Sick Side) ha lasciato il gruppo come avete vissuto la creazione di questo nuovo album?
Wayne: Non abbiamo avuto troppe difficoltà, veniamo da progetti individuali e sicuramente lavorate tutti e tre insieme non è stato facile, quando si trova un punto in comune è bello unire le nostre diversità. Noi che Arturo lasciava la gang lo abbiamo scoperto dai social, eravamo arrivati a un bivio artistico, noi avevamo intenzione di fare questo tipo di progetto mentre lui ha preferito iniziare un progetto solista. Noi siamo rimasti quelli di sempre.
Come mai la scelta di cantare sempre tutti e tre in tutte le canzoni?
In fin dei conti noi siamo la Dark, un gruppo. Abbiamo sempre portato in alto il gruppo, vogliamo portare questa cosa ad uno step superiore che ci differenzi dai nostri colleghi.
Come è stato lavorare con Michele Canova?
Wayne: Ci siamo trovati subito benissimo. Il sound che abbiamo creato insieme a lui è nato in modo naturale.
Com’è andata a San Siro quando avete aperto il concerto di Fedez e J Ax?
Tony: E’ quasi più facile perché vedi solo le sagome, quando fai i live normali guardi negli occhi il tuo pubblico, se li guardi per più di 20 secondi ti risucchiano l’anima, fanno pi paura.
Pyrex: E’ stata una bella lavatrice di emozioni, la cosa più difficile era il palco 360 a un certo punto mi sono trovato a cantare da solo mentre loro erano rivolti da un’altra parte.
Wayne: Dopo San Siro è stato tutto più semplice. Ora siamo a un punto in cui vogliamo dimostrare qualcosa anche sul palco.
Avete un sogno da realizzare?
Pyrex: Non abbiamo nemmeno avuto il tempo di pensarci, al momento penso che ci meritiamo un po’ di vacanze.
Cosa significa il titolo Trap Lovers?
Tony: Perché siamo dei latin lover, spezziamo tanti cuori ed è giusto ricordarlo a queste donzelle.
Come mai avete scelto di fare un vinile?
Wayne: La copertina è pazzesca, volevamo si vedesse bene. Poi il vinile argentato è bellissimo a prescindere se suona o meno è un gadget bellissimo.

A partire da venerdì 28 settembre, la Dark Polo Gang incontrerà i fan e firmerà le copie di “Trap Lovers” nelle principali città italiane. Di seguito tutti gli appuntamenti:

 28/09 h 17:00 Milano               Mondadori Duomo

29/09 h 18:00 Roma                Discoteca Laziale

30/09 h 15:00 Nola (Na)           C.C. Vulcano Buono

01/10 h 14.30 Firenze              Galleria del Disco c/o Caffè Letterario Le Murate

h 18.30 Lucca                Sky & Stone

02/10 h 14:00 Modena             Mondadori Cinema Victoria

h 18:00 Bologna            Mondadori

03/10 h 14:00 Padova              Mondadori

h 18:00 Mestre              Mondadori C.C. Nave De Vero

04/10 h 18:00 Torino               C.C. 8 Gallery Lingotto

05/10 h 15:00 Lecce                Mondadori

06/10 h 16:00 Rizziconi (Rc)   C.C. Porto degli Ulivi

07/10 h 14:00 Catania             Mondadori

         h 18:30 San Cataldo (Cl)C.C. Il Casale

08/10 h 16:00 Palermo            Mondadori

10/10 h 15:00 Cagliari             Mondadori

11/10 h 16:00 Frosinone         Mondadori

12/10 h 17:00 Villesse (Co)     C.C. Tiare Shopping

13/10 h 15:00 Verona              Feltrinelli Red

14/10 h 17:00 Piacenza           C.C. Gotico

16/10 h 15:00 Genova             Mondadori

18/10 h 17:00 Salerno             C.C. Maximall

19/10 h 17.30 Avezzano (Aq) C.C. I Marsi

20/10 h 17:00 Ancona             Auchan Conero

21/10 h 17:00 Perugia             C.C. Piazza Umbra

0

E’ l’arancia la bellavita di Marian Trapassi

Ispirato ad un passaggio del saggio Frammenti di un discorso amoroso di Roland Barthes, L’arancia è la gelosia, sentimento umano che accompagna la vita di ognuno di noi. E’ anche il nuovo singolo estratto dall’album Bellavita di Marian Trapassi.

La cover di Marian Trapassi

La cover di Marian Trapassi

Il nuovo lavoro, che vanta la produzione artistica di Paolo Iafelice per Adesivadiscografica, arriva dopo un lungo periodo di silenzio da parte della cantautrice siciliana e nasce durante un lungo viaggio in Spagna dell’artista già vincitrice del Premio Ciampi. Bellavita è il quarto album in studio di Marian Trapassi. Bellavita è la vita che fanno gli artisti, i poeti i musicisti, gli attori: così si crede o si vuole credere. Il nuovo lavoro della cantautrice siciliana nasce con la scommessa di restituire una identità internazionale ad un disco fondamentalmente italiano, nelle melodie e nella maggior parte dei testi. Il sound acustico delle chitarre porta alla memoria il folk, il country, Dylan e Cohen, mentre i temi orchestrali ricreano suggestioni teatrali e cinematografiche tra Kurt Weil, Brassens e Paolo Conte, ed il battere pulsante di una stomp box colora il disco di blues. I brani di Bellavita nascono dopo un lungo periodo di silenzio, che ha lasciato spazio a nuovi suoni da scovare, e sono per la maggior parte ispirati da un viaggio a Siviglia durato un anno. La voce di Marian, trasformata, cambiata, si è fatta confidenziale, se si vuole narrante. E’ un disco essenziale, arricchito di volta in volta da strumenti che mirano ad accentuare le peculiarità delle singole storie raccontate. Un disco nel quale ci si muove comodamente: ha un sottotitolo, l’arancia ed altri viaggi, che evoca l’idea stessa dell’album, fatto di singoli viaggi, reali o dentro di se, e di singole storie.