0

Chiara parte col Nessun Posto è Casa Mia Tour

Quattro luoghi magici per le prime quattro date del Nessun posto è casa mia tour di Chiara prodotto da Make it! con la direzione artistica di Mauro Pagani sarà anche special guest di alcuni show.

Chiara Galiazzo, la cover di Nessun posto è casa mia

Chiara Galiazzo, la cover di Nessun posto è casa mia

Dopo il successo dell’anteprima al Blue Note di Milano lo scorso 23 aprile, Chiara partirà con il suo nuovo tour l’11 giugno dal palco del Festival Treviva di Treviolo (Bg) per poi proseguire il 1 luglio a Villa Vitali – Fermo, il 4 agosto a Villa Bertelli – Forte dei Marmi (Lu) e il 5 settembre al Teatro Romano di Verona. Nuove date saranno annunciate a breve. Chiara presenterà al pubblico in uno show emozionante e coinvolgente i brani del suo nuovo album “Nessun posto è casa mia” e i suoi grandi successi come “Due respiri”, “Straordinario” e “Stardust”. Sul palco insieme a lei ci saranno Eros Cristiani al pianoforte, Max Elli alla chitarra, Roberto Gualdi alla batteria e Lucio Enrico Fasino al basso. Il violino di Mauro Pagani impreziosirà le date di Fermo, Forte dei Marmi e Verona. Nessun posto è casa mia è il terzo album di inediti di Chiara con brani firmati da Pacifico, Daniele Magro, Marco Guazzone, Giovanni Caccamo, Virginio, Edwyn Roberts e Stefano Marletta, Niccolò e Carlo Verrienti, e la stessa Chiara che ha partecipato alla scrittura di 4 brani (“Buio e luce”, “Grazie di tutto”, “Fermo immagine”, “Chiaroscuro”). L’album prende il titolo dal brano con cui Chiara, rinnovata da un punto sia artistico che personale, ha partecipato al 67° Festival di Sanremo ed è il frutto di un anno e mezzo di ricerca e lavoro iniziato nel salotto di casa e terminato ai leggendari Officine Meccaniche Recording Studios. Nei due anni trascorsi dal singolo di platino di “Straordinario” e dal suo secondo disco “Un giorno di sole”, Chiara ha avuto bisogno di fermarsi e tornare in contatto diretto con la sua passione per la musica e con se stessa per capire cosa dire e come farlo. Il risultato è un album dinamico, suonato e autentico che si intreccia a triplo filo con la vita, l’evoluzione e i cambiamenti di Chiara, ora giovane donna di trent’anni consapevole e ben più sicura di sé. C’è Chiara in ogni singola scelta di questo album: dalla simbologia della copertina, alla scelta degli autori che è andata personalmente a cercare, alla doppia anima riflessiva e leggera che rende “Nessun posto è casa mia” un momento di indispensabile crescita artistica.

0

Chiara Galiazzo e la musica…parla Mauro Pagani

Tutto è pronto per accoglie Nessun Posto è Casa mia, il nuovo album di Chiara Galiazzo e dietro c’è la regia di un mito della musica italiana, Mauro Pagani oltreché di autori dei quali sono orgoglioso di essere amico e si chiamano Virginio, Marco Guazzone e Giovanni Caccamo.

Chiara Galiazzo, la cover di Nessun posto è casa mia

Chiara Galiazzo, la cover di Nessun posto è casa mia

Ecco il pensiero di Mauro Pagani

Chiara è arrivata in studio che si era già cercata i pezzi con una definizione che andasse oltre il cantantese, quel genere ormai così diffuso che rovina la vita a tutti. In assoluto bisogna fare le cose al meglio se poi arriva il sucesso…io definisco il successo un incidente di percorso, un buon effetto che viene se hai lavorato bene. Nell’album di Chiara ci sono tamti giovani autori: noi vecchi vampiri dobbiamo nutrirci di sangue giovane, morderci tra di noi sarebbe un dramma. Nel parco autori di questo disco c’è una bella ventata di autori che coniugano qualità e facilità di comunicazione. La canzone d’autore tende a essere un po’ di nicchia, scrivere popolare è difficilissimo. Se un pezzo sta su da solo basta semplicemente non rovinarlo. Se è vero che una canzone è qualcuno che ti racconta qualcosa, il racconto deve emozionare. Chiara è l’elemento catalizzatore di tutti questi elementi.

Mauro Pagani..ed io

Mauro Pagani..ed io