0

Puglia Sounds Record fa bene alla musica: sostiene 26 dischi nel 2016

Skanderband, Radicanto, Trio Cbs (Casarano – Bardoscia- Savoldelli), Nico Morelli, Fabrizio Savino, Livio Minafra, Hortensia Virtuosa, duo Gianni Iorio – Pasquale Stafano, Gabriele Panico, Mascarimirì, Molla, Mirko Signorile e Marco Messina, Dario Muci, Valerio Daniele, Chop Chop Band, La Municipàl, Luce, Antonio Amato Ensamble, OS Argonautas, Nidi D’Arac, Leland did it, Mery Fiore e Rosa Marino sono gli artisti ammessi al finanziamento dell’avviso pubblico Puglia Sounds Record 2016 e pubblicheranno un nuovo disco entro il 15 maggio prossimo. 23 nuove produzioni discografiche che diffondono la cultura musicale pugliese finanziate dall’unico fondo in Italia che sostiene la creazione e promozione di nuovi dischi e che sinora ha finanziato 175 dischi.

Hortensia Virtuosa

Hortensia Virtuosa

Saranno creati e promossi con il sostegno di Puglia Sounds i nuovi dischi di: Skanderband (etichetta Cosmasola) per un nuovo progetto con brani tradizionali arbëreshë e albanesi e la partecipazione della Fanfara Tirana, Radicanto (etichetta Arealive) per il decimo disco che celebra i 20 anni della formazione pugliese, Trio CBS formato da Raffele Casarano, Marco Bardoscia e Boris Salvoldelli (etichetta Moonjune Records) che rivisita in chiave jazz il disco The Dark side of the Moon dei Pink Floyd, Nico Morelli (etichetta Sarl Cristal Publishing) per un progetto di riscrittura originale di canti e danze pugliesi, Fabrizio Savino (Etichetta A.Ma Edizioni) per il terzo disco del chitarrista qui accompagnato da Luca Alemanno al contrabbasso e Gianlivio Liberti alla batteria, Livio Minafra (Etichetta Egea Music) per un doppio cd con brani originali del pianista e compositore pugliese, Hortensia Virtuosa (Etichetta Studio GLM) per un disco dedicato alle sonate a due violini e violoncello e basso continuo per organo del compositore Bartolomeo Bernardi, il duo Gianni Iorio e Pasquale Stafano (Etichetta Enja) per un disco che è un viaggio nel mondo del Tango dalle origini ai giorni nostri, Gabriele Panico (Etichetta Pocket Panther) per un nuovo progetto pensato per formazioni variabili che contiene 8 brani composti dal producer e compositore pugliese, Mascarimirì (etichetta Dilinò) per il nuovo progetto dedicato all’innovazione delle sonorità tradizionali, Molla (etichetta Auand) per il secondo disco per il giovane musicista pugliese che conferma la sua cifra pop/cantautorale, Mirko Signorile e Marco Messina (Etichetta Auand), un disco che unisce il jazz e la musica elettronica nato nell’ambito del Locus festival, Dario Muci (etichetta Anima Mundi) per un disco dedicato alla tradizione della Barberia e ai canti del Salento interpretati con anziani cantori popolari, Valerio Daniele (Etichetta Anima Mundi), per un progetto in cui il chitarrista e compositore salentino è accompagnato da alcune delle voci più rappresentative della scena salentina, Chop Chop Band (etichetta Fridge Records) per il disco che sancisce il ritorno della storica band reggae pugliese, La Municipàl (etichetta La Rivolta Records) per il disco d’esordio della formazione salentina composta da Carmine e Isabella Tundo, Luce (Etichetta Sorriso Edizioni) per il secondo disco della polistrumentista barese qui accompagnata da Marco Corcella e Michele Lionetti, Antonio Amato Ensemble (Etichetta Dodicilune) per un disco nel quale atmosfere musicali world fanno da tappeto alle interpretazione tipicamente popolari di Amato, OS Argonautas (Etichetta Digressione Music) per il secondo disco della formazione pugliese che si dedica alla reinterpretazione della canzone portoghese e brasiliana in una contaminazione con le musiche del Mediterraneo, Nidi D’Arac (Etichetta Goodfellas) per un disco che segna un ennesimo cambio di suono di una delle formazioni salentini più apprezzate in Italia e all’estero, Leland did it (etichetta Piccola Bottega Popolare) per il disco d’esodio della giovane formazione alternative rock-electronic pugliese, Mery Fiore (Etichetta Sugar) per il disco d’esordio, Rosa Marino (etichetta Kurumuny) per il primo disco del nuovo progetto che riunisce le “strumentiste vocali “ Ninfa Giannuzzi, Rachele Andrioli, Simona Gubello e Hajderaj Meli.

0

Doppio platino per #LeParoleInCircolo di Marco Mengoni

#ParoleInCircolo, il nuovo disco di inediti di Marco Mengoni (cover dell’agenzia ShipMate) ha già superato le 100mila copie vendute ed è stato certificato doppio disco di platino.

La cover di Marco Mengoni: "Parole in circolo"

La cover di Marco Mengoni: “Parole in circolo”

Dopo il grande successo del primo singolo multiplatino Guerriero, che ha totalizzato quasi 19.000.000 milioni di visualizzazioni su Vevo e YouTube, dal 27 febbraio è in rotazione radiofonica Esseri umani, il nuovo singolo scritto dallo stesso Mengoni in collaborazione con Matteo Valicelli. Uno degli elementi significativi del video, da un’idea di Marco Mengoni con la regia di Cosimo Alemà, è l’utilizzo del linguaggio dei segni, proprio perché il messaggio del brano possa arrivare a tutti: tra esseri umani ci si avvicina davvero solo senza maschere, l’amore ha vinto, vince, vincerà. Partite il 22 settembre, sulla App e nei punti vendita autorizzati, continuano le prevendite per #MengoniLive2015,  il nuovo tour prodotto e distribuito da Live Nation, che ha già visto raddoppiare la data al Mediolanum Forum (7 e 8 maggio), di cui la prima sold out.

0

Arrivano gli “Esseri umani” di Marco Mengoni

Dopo il grande successo del primo singolo multiplatino Guerriero, che ha totalizzato oltre 16 milioni di visualizzazioni su Vevo e YouTube, arriva in tutte le radio il nuovo singolo di Marco Mengoni, Esseri umani, tratto dall’album Parole in circolo uscito il 13 gennaio su etichetta Sony Music, balzato subito ai vertici delle classifiche di vendita e certificato disco di platino a sole due settimane dall’uscita.

Marco Mengoni alla Feltrinelli di Bari

Marco Mengoni incontra i fan

Scritto dallo stesso Mengoni in collaborazione con Matteo Valicelli, Esseri umani è uno dei brani più significativi del disco che, soprattutto in un momento storico come questo, ribadisce di non fermarsi all’apparenza, di tendere la mano per combattere insieme i lati oscuri di una società sempre più nascosta dietro a uno schermo e poco protesa verso il prossimo, che pian piano tende a dimenticare la verità dei rapporti e l’importanza di essere animali razionali=uomini=esseri umani. Un brano intenso, che rappresenta la parte più suonata di Parole in circolo, privo di arricchimenti elettronici, e che mostra un uomo che ha imparato dalla vita che apprezza l’essere umano nella sua interezza con tutti i suoi pregi e difetti: “Credo negli esseri umani che hanno coraggio, coraggio di essere umani”.

La cover di Marco Mengoni: "Parole in circolo"

La cover di Marco Mengoni: “Parole in circolo”

Il videoclip nasce da un’idea di Marco Mengoni, con la regia di Cosimo Alemà, nel video il protagonista, come ciascuno di noi nella propria quotidianità, indossa un travestimento ben congeniato, in modo da nascondere i suoi veri lineamenti, il suo vero volto. Anche gli “esseri umani” che lo osservano, indossano una maschera che trasforma il volto per metà, quasi a voler dimostrare che siamo tutti uguali nel voler nascondere agli altri ciò che siamo veramente. E poiché da parte delle persone che ci circondano non arriva un’intenzione di ricerca maggiore, il protagonista a fine giornata si spoglia dei suoi abiti e rimane solo, ma sempre con la maschera sul volto. Uno degli elementi significativi del video, è l’utilizzo del linguaggio dei segni, proprio perché il messaggio del brano possa arrivare a tutti: tra esseri umani ci si avvicina davvero solo senza maschere: “L’amore ha vinto, vince, vincerà”.

Partite il 22 settembre, sulla App e nei punti vendita autorizzati, continuano le prevendite per #MengoniLive2015, il nuovo tour prodotto e distribuito da Live Nation, che ha già visto raddoppiare la data al Mediolanum Forum (7 e 8 maggio), di cui la prima sold out.