0

I finalisti della I edizione del premio ”Mimmo-Càndito – Per un Giornalismo a Testa Alta

Nel secondo anniversario della scomparsa del reporter di guerra Mimmo Càndito, vengono resi noti i nomi dei finalisti della prima edizione del premio ”Mimmo-Càndito -Per un Giornalismo a Testa Alta”.

Mimmo Càndito

Mimmo Càndito


Il premio è stato voluto dall’Associazione a lui intitolata, presieduta da Marinella Venegoni Càndito, per promuovere e onorare ivalori che hanno improntato la vita personale e professionale di Mimmo, grande firma del giornalismo “in trincea”!La giuria è composta dal prof. Alessandro Triulzi (Presidente) e dalle giornaliste Marina Verna ed Emmanuela Banfo.

 Questi i nomi dei finalisti, cinque per ogni sezione.

 Sezione Opere (Articoli o reportage già pubblicati):

-        Laura Battaglia (“Yemen, un paradiso in polvere”)

-        Daniele Bellocchio (“Il Ciad, in fuga da Boko Haram”)

-        Simona Carnino (“Il potere di un passaporto / Viaggiare bagnati”)

-        Nello Scavo (“Libia, tra segreti di Stato e accordi indicibili”)

-        Elena Stancanelli (“Venne alla spiaggia un assassino”).

Sezione Progetti d’inchiesta:

-        Marco Benedettelli (“Da braccianti a operai per il mercato globale. Il nuovo proletariato etiope del polo industriale di Mekelle”)

-        Viola Hajagos (“Centroamerica e diritto di aborto”)

-        Francesco Pasta (“I gecekondu di Istanbul”)

-        Roberto Persia (“Oltre il confine: migranti attraverso il Marocco”)

-        Sara Tonini (“Il ruolo di internet nella Resistenza palestinese”)

 Vista l’attuale emergenza sanitaria, data e luogo della premiazione verranno comunicati in un secondo tempo.

0

Premio Mimmo Càndito per un giornalismo a testa Alto: ecco come partecipare

Siete giornalisti, professionisti o pubblicisti? Siete free lance o state finendo il master? Collaborate a una testata? Siete blogger? Aspettate l’occasione della vita, che vi faccia spiccare il volo in questa professione tanto amata? Il bando della prima edizione del “Premio Mimmo Càndito per un Giornalismo a Testa Alta”  dedicato alla politica internazionale e d’inchiesta, ha pensato a voi, grazie all’Associazione Mimmo Càndito per un Giornalismo a Testa Alta (di cui è presidente la giornalista de La Stampa Marinella Venegoni).

Mimmo Càndito

Mimmo Càndito


Alla sezione “Progetto d’inchiesta” si concorre inviando il vostro progetto, luogo o luoghi d’inchiesta, itinerari e mezzi di trasporto, e naturalmente preventivo di spesa: alla proposta più meritevole di attenzione andranno 3.000 euro di finanziamento. Non ci sono precedenti in questa formula che nasce per rispettare il pensiero e l’azione del reporter di guerra Mimmo Càndito. Presidente italiano di Reporters sans Frontieres, professore universitario amatissimo dai suoi studenti,  inviato de La Stampa, scrittore e meraviglioso narratore di storie in conferenze che incantavano il pubblico, direttore per vent’anni de “L’Indice dei Libri del Mese”, Mimmo era un uomo rigoroso e semplice, che amava aiutare chi lo meritava. L’Associazione Mimmo Càndito per un Giornalismo a Testa Alta, che promuove il premio con “L’Indice dei Libri del Mese”, è nata con un crowdfunding (www.retedeldono.it/premio-mimmo-candito). Tenendo fede alla personalità del giornalista Mimmo Càndito, è lontana da salotti e potenti, immersa nella vita pulsante con tutti i guai dei nostri tempi, che ognuno che intraprende questa professione (o lo vorrebbe fare) conosce così bene. È difficile fare il giornalista, il “Premio Mimmo Càndito per un Giornalismo a Testa Alta” ha voluto dare questa opportunità.  Alla prima sezione del riconoscimento, “Premio Opera d’inchiesta”, relativo ai testi, si può partecipare invece inviando uno o più contributi scritti, in video, online, di trasmissioni radiofoniche o tv.