0

Prima parte del celeste è l’EP d’esordio di Missey

Classe 1995, MISSEY nasce a Foggia e nel 2018 si trasferisce a Milano alla ricerca di nuovi stimoli di crescita e di miglioramento artistico e personale.

Missedy

Missedy

Dopo varie partecipazioni ad importanti eventi per artisti emergenti, pubblica i suoi primi due singoli “Kaldera” e “Oslo”, due brani che attirano l’attenzione di critica e pubblico grazie alle incredibili capacità vocali e allo stile in bilico tra contemporary R&B e soul. Gli ultimi singoli pubblicati, “Non ti preoccupare”, “Luci prima” e “Mancava il tempo”, prodotti rispettivamente dai BadBills, Lvnar e B.W.B., hanno posto le basi per il progetto di Missey, mettendo in luce le sue grandi capacità artistiche.

“Prima parte del celeste” racconta l’inizio di un percorso, quello di Missey, che, in forte sintonia con i diversi producers che hanno preso parte al progetto, è riuscita tramite questo primo Ep a mostrare numerose e diverse sfaccettature della propria personalità artistica, mantenendo tratti identitari forti. L’intro, particolarmente incisiva, pone le basi dell’Ep: freschezza e momenti esplosivi si alternano con estrema disinvoltura con un cantato dilatato e riflessivo, all’interno di “Prima parte del celeste”, il progetto di Missey, sperimentale ed eclettico, contraddistinto da un’evoluzione artistica sorprendentemente matura.

“Questo EP è una raccolta di tutto quello che per la prima volta ho sentito di aver creato in assoluta libertà, raccontato a partire dai primi singoli pubblicati nell’ultimo anno, perché sono stati fondamentali: sono stati i primi passi verso una crescita. La “Prima parte del celeste” per me è visivamente quel momento della serata in cui l’arancione comincia a diventare celeste e poi blu notte, estendendosi gradualmente verso l’alto: è una cosa che prende sicurezza e coraggio ad ogni piccolo passo in più, e quando questo accade si nota. Ho voluto tantissimo questo progetto, volevo raccontare il mio primo passo e condividerlo con gli altri, nei pezzi è scritto l’impegno e il dolore dell’incertezza, ma anche una forza di fondo protesa a voler scoprire, come me, cosa accade dopo la prima parte del celeste. Nei miei momenti di silenzio da quando vivo sola, ho preso l’abitudine a fissare fuori dalla finestra per ore, pensando alla cosa a cui sto lavorando e immaginando a quanto mi soddisferà il risultato finale, se rispetterà le mie aspettative o quelle degli altri. Ecco quando è così, becco fuori sempre questo tramonto arancio-celeste, che se te lo ritrovi davanti quando hai di questi pensieri come fai a non prenderti bene e pensare che alla fine tutto andrà bene? Io nella scrittura di questo EP ho pensato fino all’ultimo a qualcosa che potesse andare storto, poi l’ho finito e ritrovandomi di fronte alla finestra ho pensato che aveva avuto ragione lui: il colore.”

“Prima parte del celeste” è stato scritto da Missey e ha visto la collaborazione di numerosi producers e beat-makers: Lvnar, Iamseife, SHUNE, Laden Patiens, OMAKE e i B.W.B. Ha visto anche la collaborazione del rapper Canntona nel singolo “Hikikomori”. La direzione artistica è stata curata da Omake, mix e master sono a cura di Shune.

0

Arriva Missey col singolo Luci prima

“Luci prima” è il nuovo singolo di MISSEY disponibile su SpotifyApple Music e tutte le principali piattaforme streaming.

Missey (foto di Sara Sabatino)

Missey (foto di Sara Sabatino)

Classe 1995, MISSEY nasce a Foggia e nel 2018 si trasferisce a Milano alla ricerca di nuovi stimoli di crescita e di miglioramento artistico e personale. Dopo varie partecipazioni ad importanti eventi per artisti emergenti, pubblica i suoi primi due singoli “Kaldera” e “Oslo“, due brani che attirano l’attenzione di critica e pubblico grazie alle incredibili capacità vocali e allo stile in bilico tra contemporary R&B e soul. Il 30 luglio è uscito il singolo “Non ti preoccupare” di Missey e BadBills, progetto musicale nato dall’incontro dei produttori milanesi Andrea Schiavini e Andrea Ranzini.

“Luci prima” ha come punto di partenza un’approfondita conoscenza di se stessi, che permette di prendere confidenza con il proprio corpo e di approcciarsi in maniera spensierata e disinvolta ad altre persone. Una consapevolezza che fa sì che i propri difetti assumano la giusta importanza, proprio come i pregi, e non generino oppressione, ma siano piuttosto soggetti ad un’autoironia positiva. In questo modo, è possibile creare legami sinceri e momenti condivisibili: persino raggiungere casa dopo una serata, attraversando di notte la città, da soli, permette l’incontro di due mondi che si intrecciano in maniera armonica. Il beat di Lvnar, in grado di bilanciare momenti estremamente energici ad altri più intimi e delicati, impacchetta in maniera più che convincente un singolo fresco dalle tinte urban.

“Questo pezzo è carico di energia ed ironia, dubbi ma anche forti sicurezze. Da quando è partito il mio progetto sentivo di aver creato le condizioni perfette per far conoscere il mio lato più emotivo, ma meno la semplice voglia di divertirmi sul beat, di sperimentare con la voce e giocare con il testo; che per me, venendo dalle jam nel mondo Jazz è sempre stato il primo impulso! Sono grata a Lvnar, produttore del pezzo, per avermi dato fiducia pur non conoscendomi, cominciando entrambi a lavorare al pezzo ancor prima di incontrarci e soprattutto di essersi approcciato al pezzo con un’unica intenzione fin dall’inizio : creare una roba forte, immediata e fresca. Non aveva dubbi, così partendo da un mood ricercato ma anche semplice e d’impatto, anche io ho capito come muovermi e soprattutto di potermi muovere in libertà.”

Luci prima” è stata scritta da Missey. La produzione è a cura di Lvnar, la direzione artistica di Omake. Mix e master sono a cura di Shune.