0

Il momento Irreversibilmente di Myss Keta

L’angelo dall’occhiale da sera, la diva definitiva dal volto velato, la regina suprema dell’eccesso libera tutta se stessa, IRREVERSIBILMENTE, nell’oscurità di un club. IRREVERSIBILE è il nuovo video di M¥SS KETA. Guardalo qui: https://youtu.be/x8VBy12515I

Myss Keta

Myss Keta


Come in un sogno esageratamente carico di emozioni, M¥SS KETA porta il suo pubblico di ketamini nell’UVIC Tour, un viaggio senza precedenti che ha portato il suo ultimo disco UNA VITA IN CAPSLOCK in tutti i migliori club e festival d’Italia e non solo. Insieme alle Ragazze di Porta Venezia e ai personaggi del mondo di Motel Forlanini, “IRREVERSIBILE” ti entra dentro a ritmo di un erotismo claustrofobico e senza alcuna via di fuga. Le riprese del video sono state effettuate durante la serata di apertura dell’UVIC TOUR il 19 Aprile 2018 presso i Magazzini Generali a Milano, in una serata coprodotta da 3D DNA DANCE DEPARTMENT (dipartimento di DNA CONCERTI, che ha organizzato il tour) e Motel Forlanini.

E SE LA TERRA GIRASSE AL CONTRARIO IL TEMPO ANDREBBE FORSE ALL’INDIETRO? BEH, M¥SS KETA SAREBBE COMUNQUE TROPPO AVANTI.

Per questo, dopo aver conquistato Piero Chiambretti che l’ha voluta nell’ultima edizione di Matrix Chiambretti e la partecipazione a StraFactor 2018, M¥SS è stata scelta come unica donna ospite di “Mara Impara – La nuova musica”, il primo format televisivo di BILLBOARD ITALIA con protagonista Mara Maionchi, in onda su Sky Uno tutti i giorni dal 29 ottobre al 2 novembre, alle 19:25 e con replica alle 13:00 e alle 16:45 e disponibile anche su Sky On Demand. Un progetto che nasce da un’idea della stessa conduttrice con la volontà di mettersi in discussione incontrando i nuovi talenti della musica italiana, per conoscerli e approfondire la loro produzione musicale. M¥SS sarà ospite del divanetto di Mara mercoledì 31 ottobre alle ore 19:25 su SkyUno, per una chiacchierata informale tra Donne che contano. Gli altri ospiti in programma sono Achille Lauro, Cosmo, Nitro e Takagi & Ketra. Dopo aver conquistato l’impero della televisione, la Dea mascherata invade il regno della scena elettronica internazionale: il Berghain, tempio musicale di Berlino. Il 28 novembre M¥SS KETA, dal Panorama Bar del club più esclusivo del mondo, con il suo live unico e irresistibile ruberà il cuore della Germania e lo farà suo, per sempre.

0

Myss Keta e Una vita in capslock: l’INTERVISTA

Anticipato dal singolo Botox è uscito Una Vita In Capslock, il primo album per Universal Music/La Tempesta di Myss Keta.

L’album è stato prodotto da alcuni fra i migliori producer in circolazione come RIVA, Populous, Clap Clap, Bot, Zeus! e il misterioso H-24; il disco vede la partecipazione di Birthh ai cori di Inferno e di Ultima Botta A Parigi. Al fianco dalla Myss Keta vediamo ancora una volta il collettivo di creativi milanesi, Motel Forlanini, ideatori del personaggio di Myss Keta fin dagli esordi. Con l’uscita dell’album parte l’ #UVIC Tour (informazioni sul sito di DNA Concerti)

Myss Keta

Myss Keta

di Carlotta Sorrentino

Com’è nato il personaggio di Myss Keta e perché questo nome?
In una caldissima notte d’agosto, io e i ragazzi di Motel eravamo tutti un po’ alticci, è nato in maniera molto naturale è nato tutto così.
Quando hai iniziato ti aspettavi il successo che stai ottenendo, ed è quello che volevi?
È iniziato tutto in maniera casuale, è stato fatto il video di Milano Sushi E Coca e ci è scoppiato in mano, è una cosa che non mi aspettavo assolutamente.
Come mai  la scelta di tenere nascosto il tuo volto, mentre le altre ragazze di porta Venezia no?
Il personaggio è nato con il video di Milano Sushi E Coca nel quale non si vedeva il mio volto. La mia ė alla fine una maschera che vela e svela, se ti metti gli occhiali da sole e la mascherina diventi anche tu Myss Keta, è per identificarsi. Le ragazze non si mascherano perché nascono così. Se ti metti gli occhiali e la maschera diventi Myss Keta, è un po’ teatrale e performativo. Myss Keta è con la maschera.
Per la città di Milano ormai sei una icona, a chi ti ispiri?
Ci sono un sacco di ispirazioni, Madonna in primis, che io amo. Poi altre ispirazioni come Peaches, i Sexy Sushi, persone come Monica Vitti, Monica Bellucci. Mi ispiro a tante figure femminili, anche Miss Kitty, sono tutte donne che si presentano in una maniera super strong. Icone super forti che si presentano in una maniera molto potente ma non aggressiva: sembra che quando una donna si presenta in maniera forte debba essere per forza aggressiva. Spesso questa forza e carica nell’esprimersi viene presa come aggressiva, come voler andar contro… in realtà uno si vuole semplicemente presentare così.
Oltre a porta Venezia quale è il tuo posto preferito di Milano? Quale è il tuo rapporto con questa città?
Il tribunale di Milano perché ci ho passato intere notti di after. Con Milano ho un rapporto di amore amore, questa è la mia città, sono nata qui, sono cresciuta qui e allo stesso tempo è stata la mia base. Se vedo la Madonnina sono felice, è da casa mia la vedo molto vicina.
Quale è il tuo rapporto con i club?
Sono stata concepita al Cocoricò, non credo che Miss sarebbe potuta nascere senza i club, un po’ come la TV è presente nel mio cervello, lo sono anche i club e gli after, sono cose che ti segnano e ti fanno mantenere un certo immaginario. I riferimenti non sono casuali, ma ci sono tante teste che ci lavorano.
Con questo tour dici che inizia una nuova era, cosa è cambiato dalla Myss Keta di Milano sushi e coca alla Myss Keta di oggi?
C’è stata sicuramente una crescita su vari livelli, come styling, come la musica c’è un bel salto di qualità ci siamo sempre evoluti, se fai una cosa ti viene voglia di farla sempre al meglio. Ci sta un’evoluzione!
Perché nella copertina dell’album allatti una scimmietta?
È mi figlia! La scimmia è l’animale che rappresenta l’album, l’umano è il razionale che nutre l’irrazionale, c’è sia la parte più razionale che una più irrazionale. La scimmia è lo stato primitivo degli umani, quindi la sua irrazionalità.
Dici che bisogna vivere ogni giorno come fosse capodanno a Courmayeur, ma come sono questi capodanni?
È l’unico vero capodanno che ti possa capitare di fare! Ogni giorno va vissuto a pieno senza timori senza paure, vivi ogni giorno al massimo come vuoi tu, dominando!
Come nasce un tuo brano e l’idea di questo album?
Da ispirazioni fugaci e momentanee, magari abbiamo il titolo è poi ci ragioniamo sopra. Magari una lo dice, ho il cellulare pieno di appunti, da un piccolo spunto poi creiamo la canzone.
A chi è rivolta la tua musica?
A tutti, non mi rivolgo a qualcuno in particolare, sono consapevole che è un prodotto che va a tutti. Ci sono tanti livelli di lettura, non è nel mio stile dare solo una chiave di lettura, come un pittore non da una chiave di lettura per capire i suoi quadri, sta all’ascoltatore farsi un’idea.
Cosa dobbiamo aspettarci di nuovo da questo tour?
Eccesso, lusso, sensualità e ragazze libidinose, la carica punk del live è sempre quella degli esordi. Lo stiamo modellando dall’immaginario visivo dell’album. Ci saremo io e le ragazze, un dj è un mondo visuale che ci serve per comunicare un certo tipo di messaggio. Avremo tante altre date estive.
Hai tatuaggi?
Solo Sul mio cuore perché quelli durano per sempre.