0

Luna Palumbo, Quanto dura un girotondo: il video del nuovo singolo della cantautrice salernitana

Quanto dura un girotondo è il nuovo singolo di Luna PalumboLa cantautrice, dopo aver dato alla luce il brano, co-scritto e co-prodotto da Mario Tortoriellodistribuito Branco Publishing Srlha rilasciato da pochi giorni il videoclip ufficiale della traccia sul suo canale ufficiale YouTube

Luna Palumbo

Luna Palumbo


Quanto dura un girotondo: il VIDEO

Il videoclip, realizzato da Valerio Magliano con la regia della stessa Luna, Valerio Magliano e Manuel Castagna, racconta le storie di tre personaggi apparentemente sganciati tra loro, ma accomunati da un unico fattore: la forzaLa forza di mettersi in discussione, prendendo in mano la propria vita trasformandola come la si desideraIl videoclip vede infatti la narrazione di tre storie vere, che si alternano al cantato di Luna Palumbo. Mary Picariello: Una vita trascorsa in un limbo di insofferenza verso ciò che è l’amor proprio, fino a quando arriva la motivazione necessaria per rendere il proprio corpo come lo si era immaginato. Esempio di come nessun ostacolo sia insormontabile. Narciso Nappi: La lotta tra ciò che si è e ciò che la gente si aspetta di vedere. La paura che sfocia in sicurezza, una farfalla che spiega le ali per la prima volta dopo essere uscita dalla sua crisalide. La storia di chi non permette che odio e pregiudizio rubino la scena. Benedetta De Luca: Il racconto emozionante, custodito in scene semplici ma d’impatto. Una ragazza che trascorre le sue giornate attraverso le sue passioni (i social) e i suoi amori. La vita normalissima di una giovane donna che svelerà poi un segreto, che in silenzio romperà ogni tabù che riguarda ciò che è la normalità del quotidiano.

Più volte ho dichiarato che “QDUG” è la mia perseveranza messa in musica, è la mia debolezza, al tempo stesso, con una voce, la mia voce. - spiega Luna Palumbo - 
Quando ho immaginato il video che la rappresentasse, che desse delle immagini alla musica, che desse dei volti a tutte le storie che vivono in quella canzone, non ho avuto dubbi al riguardo, volevo che fossero storie di coraggio, di forza a patto che fossero storie autentiche. Si, volevo fossero storie vere, non montate ad hoc per una rappresentazione virtuale della realtà, e non soltanto vere in quanto raccontate e rese disponibili a tutti grazie all’ausilio di professionisti, quali gli attori, ma storie vere che vivessero nei personaggi che gli danno vita, storie vere e persone vere che non smettono di esserlo a videoclip ultimato.

Ogni persona che vive in quel videoclip, combatte lontano dai riflettori la sua battaglia con valore e audacia. Ogni mio videoclip è sempre stato un dono, un mio regalo, un mio messaggio. Con il video di “QDUG” auguro a chi si imbatte in esso che quelle storie possano regalare anche solo un pizzico della forza che hanno dato a me. All’uscita del videoclip seguirà un documentario in cui si farà un focus sulle tre storie, assolutamente vere, dei protagonisti. Sul progetto che risiede all’interno di questo singolo, “Quanto dura un girotondo”, e sulla carriera di Luna Palumbo, anche questa fatta di fatiche e lacrime asciugate dal vento della rivalsa.

 

 

0

E’ Orgone il secondo album di SaraSara: lo presenta a Milano

L’artista e producer s a r a s a r a, che da sempre ama spingersi oltre gli schemi, annuncia il secondo album in studio Orgone (5 luglio, One Little Indian – Audioglobe), che segue il debutto di successo Amor Fati - un disco sperimentale, che prende elementi di elettronica industriale, trip – hop. R’nB e breakbeat.

SaraSara

SaraSara


Orgone è  anch’esso peculiare a suo modo: è cantato prevalentemente in Francese e tratta argomenti come il pensiero del suicidio, l’esistenzialismo e la meditazione. L’artista ha attraversato la Manica all’inizio dello scorso anno e da Parigi si è trasferita a Margate, nel Kent (UK), dove ha scritto il disco, che vede la collaborazione, su alcune tracce, di Peter Doherty (The Libertines). Sperimentale, distintivo, e inconfondibilmente nello stile di s a r a s a r a, l’album si muove agilmente fra sensazioni e tessuti sonori a vari livelli, con una caratterizzante tenacia nel voler rimanere fedele a se stesso pur evitando di intraprendere un sentiero fin troppo battuto. È questa risoluzione che mantiene s a r a s a r a distante dalla massa.

s a r a s a r a terrà uno showcase MARTEDÌ 16 LUGLIO MILANO – SANTERIA PALADINI via Privata Ettore Paladini, 8 ingresso gratuito; inizio concerto ore 20,00