0

Soap & Skin porta il suo sound gotico sotto le stelle di Ferrara

Introversa e tormentata, incline a creare atmosfere cupe e gotiche, Anja Plaschg compone delicate ballate pianistiche, innervate da sferzate elettroniche e da una voce algida e intensa. Il precoce talento della musicista austriaca è l’espressione musicale più compiuta dell’instabilità emotiva e della fragilità esistenziale. La forza pura e violenta che l’artista inietta nelle sue composizioni è disarmante. Nei suoi brani Anja consuma e dona se stessa sino all’ultima goccia.

Soap & Skin

Soap & Skin


“Volevo creare un mondo in cui mi sentissi al riparo. Ero alla ricerca di qualcosa che mi desse sollievo. L’album parla di separazione, perdono, guarigione e ricordi spaventosi.” Con queste parole la musicista definisce l’ultima fatica discografica From Gas To Solid/You Are My Friend, terzo album e il primo in sei anni.

Dopo la fama e la maternità, Anja ha creato un lavoro più maturo ed equilibrato rispetto ai più grezzi e arrabbiati dischi precedenti; ma che ancora riflette la ricerca di risposte e di un posto sicuro dove rifugiarsi.

La poesia e l’ambizione compositiva che fonde classica, elettronica e avant-rock trovano libero sfogo nelle tracce in cui il pianoforte è protagonista, con le proprie dinamiche eteree, ma forti.

Dagli esordi ad oggi Anja ha percorso una lunga strada: è stata invitata da John Cale a partecipare al tributo a Nico, ha collaborato con Apparat cantando la canzone Goodbyenell’album “The Devil’s Walk”, ha affrontato centinaia di concerti e affinato il suo enorme talento.

Con From Gas To Solid/You Are My Friend Anja consolida i propri punti di forza, sia nelle composizioni per piano e voce sia nella contaminazione tra questa dimensione più intima ed una più electro-industrial. Un’artista che, nonostante la giovane età, possiede una profondità creativa ed una potenza espressiva uniche nel suo genere, che senza dubbio le hanno fatto meritare la definizione di regina della scena dark-alternative.

25 giugno 2019 – Ferrara – Cortile del Castello Estense
Inizio live: 21,00
Biglietto: 23 euro +d.p.
UNICA DATA ESTIVA

Prevendite Autorizzate:
Ticketone – www.ticketone.it - 892.101
Vivaticket – www.vivaticket.it – 892.234
Do It Yourself - www.diyticket.it - 892.369
Biglietti disponibili su ticketone.it dalle 10.00 di venerdì 11 gennaio; in tutti i punti vendita Ticketone, su Vivaticket, su Do It Yourself e in tutte le rivendite autorizzate dalle ore 10.00 di venerdì 18 gennaio.

0

Romina Falconi pubblica il nuovo episodio musicale…“Vuoi L’Amante”

Dopo aver tradotto in musica i temi emozionali del Pessimismo (“Cadono Saponette”) e dell’Abbandono (“Le 5 fasi del Dolore”)  Romina Falconi pubblica il nuovo episodio musicale Vuoi L’Amante” (Freak & Chic/Artist First), giàdisponibile in digital download (https://artistfirst.lnk.to/VuoiLAmantee da oggi su Vevo con un videoclip girato dal regista Saverio Corriero.

Romina Falconi

Romina Falconi

Il nuovo singolo, con la produzione di Francesco “Katoo” Catittidescrive la Dipendenza Affettiva e aggiunge un nuovo tassello alla “mappa emozionale” che l’artista vuole rappresentare nel nuovo disco di inediti atteso per marzo 2019. 

Do più amore di quanto ne riceva io”. “Mi ama ma non lo sa”. “Questo è uno dei temi più delicati che abbia mai affrontato”racconta Romina “Mi sono sentita l’amante del mio stesso fidanzato, un’ospite nella mia stessa casa. Il problema non è innamorarsi di una persona impegnata sentimentalmente o libera; il problema è innamorarsi di una persona che non è libera di amare, di una passione triste. Forse perché, in fondo, credi di meritarti solo quello. Almeno una volta nella vita, la nostra crocerossina interiore prende il controllo e allora, anziché lasciare andare chi ci rifiuta, ci facciamo i codini, ci mettiamo un procione sulla spalla e lo inseguiamo perché, poverino, ha bisogno di qualcuno che gli insegni ad amare. .

Ridendo e scherzando” continua Romina“descrivo un’ombra molto comune e, ancora una volta, ho deciso di farlo nel mio modo grottesco. Perché non importa quello che ci hanno insegnato le favole o l’adattamento italiano di Candy Candy. Quel procione non è un gatto, ma un cazzo di procione. E quello non si chiama amore, ma dipendenza affettiva”.

Romina Falconi sta sviluppando il nuovo disco di inediti con il preciso intento di coinvolgere il pubblico nella creazione interattiva e quindi emozionale di questo percorso artistico. Recentemente Romina ha infatti rappresentato la sua musica con una performance collettiva di spose abbandonate in tutta Italia oltre che aprire un Centro d’Ascolto per Cuori Infranti sotto Piazza Duomo a Milano. 

Romina Falconi, cresciuta nel quartiere romano di Torpignattara, si interessa alla musica fin da bambina, studiando canto ed esibendosi nella realtà locale. Un importante battesimo musicale arriva appena maggiorenne nel 2007 quando Romina presenta al Festival di Sanremo nella Sezione Giovani il brano “Ama”. Ispirata a realizzare un progetto trasversale e unico, inizia varie collaborazione con artisti e produttori della scena urban italiana, acquisendo e perfezionando negli anni un preciso stile musicale con liriche potenti e immagine spiazzante. Tra le collaborazioni più proficue quella con Immanuel Casto con il quale scrive e canta singoli molto amati dal pubblico condividendo anche vari tour nei più importanti club d’Italia. Il disco di esordio “Certi sogni si fanno attraverso un filo d’odio” è uscito a fine 2015 e contiene i singoli “Il Mio Prossimo Amore”, “Sotto il Cielo di Roma”, “Attraverso”, “Maniaca” e “Playboy” ed è entrato direttamente nella top20 della Fimi degli album più vendutiRomina Falconi, insieme ad Immanuel Casto, é socia e responsabile musicale della factory creativa Freak & Chic

0

Elettro Acqua 3D, il rivoluzionario “app album” per viaggiatori in 3D audio di Marco Di Noia

E’ un album cantautorale, ma è anche un’applicazione per cellulari, un concept sull’acqua in 3D audio, un viaggio musicale che mischia registrazioni cittadine, suoni di aeroporti e stazioni metropolitane, sintesi sonora e strumenti elettronici rarissimi. Tutto questo è Elettro Acqua 3D, l’innovativo app album da poco pubblicato dal cantautore Marco di Noia e dal compositore di musica elettronica Stefano Cucchi, in collaborazione con il fonico ed esperto di sintetizzatori rari Andrea Messieri. Un’autentica esperienza sonora, più che un semplice album musicale.

 

Marco Di Noia

Marco Di Noia

Un disco da “viaggio” in un’app gratuita per smartphone e tablet
Partiamo dall’innovativo supporto di distribuzione: un’app per smartphone scaricabile gratuitamente da App Store (iOS – Apple) e Google Play (Android). Il download è veloce, occupa poco spazio, e offre diversi tratti di interesse per chi viaggia in aereo, treno, metropolitana o autobus. Innanzitutto funziona in modalità aerea (off-line) e in background. Quindi offre contenuti d’approfondimento, i testi dei brani, i video del “making of”, il featuring con il visual-artist delle miniatureCristian Musella, e la possibilità di passare all’audio in alta definizione. In altre parole è concettualmente più simile a un dvd, con i suoi contenuti extra, che a un cd, con il suo booklet.

L’esperienza immersiva del 3D audio per cuffie e auricolari
Gli undici “interludi” che collegano ognuno degli undici brani cantati sono stati realizzati con diverse tecniche - di sintesi sonora e mixaggio interamente binaurale - già utilizzate nella Virtual Reality dei videogame; così da permettere all’ascoltatore un’esperienza totalizzante e, letteralmente, tridimensionale con indosso cuffie o auricolari.

Da Milano alla Terra di Mezzo, passando per il Kenya…
Gli “interludi” 3D, dipingono le ambientazioni geografiche ed emotive in cui si muovono le tematiche sociali, letterarie ed esistenzialiste delle canzoni. Unviaggio sonoro vero e proprio che parte da Milano per poi farvi ritorno, passando per il KenyaRoma, la Bosnia, l’India, il mare artico. Tra le tappe del viaggio non mancano terre fantastiche quali la Terra di Mezzo di JRR Tolkien, il mare mitologico delle sirene di Ulisse, e persino una fogna metropolitana, dove viene fatto rivivere il Re dei Topi dello Schiaccianoci di Hoffman. Riferimenti alla musica classica ed etnica, al prog e all’elettronica accademica, arricchiscono questo albumdi synth-pop cantautorale, fatto di sperimentazione e una ricerca sonora durata quattro anno.

Con nove ospiti provenienti da cinque nazioni differenti (Italia, Francia, Germania, Belgio e Kenya), tra cui Dan Lacksman (Telex, Deep Forest, Hooverphonic ecc.), Thomas Bloch (Radiohead, Gorillaz, Daft Punk ecc.) e il concertista trautonista Peter PichlerElettro Acqua 3D è stato realizzato con più di quaranta strumenti per la musica elettronica, una fitta gear-list che comprende i più ricercati sintetizzatori analogici, tra cui l’Arp2600 e il VCS3, e i primi rari e storici strumenti elettroacustici, come ad esempio il mixture trautonium e le ondes martenot.

A supporto dell’innovativa e modernissima proposta, la SIAE ha concesso al progetto una licenza speciale in attesa di implementare il proprio regolamento sulla multimedialità e tutelare altri artisti che volessero pubblicare la propria opera adottando la formula dell’app album.

Il download di “Elettro Acqua 3D” è disponibile ai seguenti link per smartphone o tablet.
iOS:
https://itunes.apple.com/us/app/elettro-acqua-3d/id1411416322

Android:
https://play.google.com/store/apps/details?id=it.marcodinoia.elettroacqua3d