0

Locus Festival 2016, gran finale con Kamasi Washington

Con il ricordo ancora fresco di quattro weekend che hanno coinvolto circa 90.000 persone, sabato 27 agosto 2016 il Locus festival ritorna nelle contrade di Locorotondo, fra i trulli e sotto il cielo stellato nel Mavù club, per la notte più magica con l’artista più importante della scena jazz e soul attuale: Kamasi Washington e la sua band di 8 elementi. Una festa conclusiva di grande prestigio per uno dei festival più all’avanguardia in Italia.

Kamasi Whasington

Kamasi Whasington

L’artista americano sarà introdotto e seguito dal dj set di Nicola Conte, artista il cui approccio al jazz ed alla black music ha molti punti di contatto con il suono di Kamasi Washington. Ispirato al motto del leggendario musicista Sun Ra: “Space is The Place”, l’evento conclusivo del Locus 2016 è promosso da Tormaresca, che per l’occasione curerà uno speciale punto di ristoro con i suoi vini selezionati per il Locus 2016 e con la degustazione di prodotti tipici. Prima del concerto previsto al Mavù, il sassofonista KAMASI WASHINGTON sarà intervistato in pubblico dallo scrittore e giornalista Nicola Gaeta, alle 19 sul belvedere di Locorotondo, in via Nardelli 101 a partecipazione gratuita. Dialogando con l’artista, si parlerà di spiritualità e consapevolezza nel jazz di fine millennio. Un occasione unica per conoscere da vicino questo artista fondamentale nella black music americana d’avanguardia attuale, fra radici e presente di questa affascinante storia musicale.

Per molti versi, la musica del sassofonista americano Kamasi Washington e della sua band rappresenta un perfetto punto d’arrivo del Locus festival 2016: al centro della black music più vitale e calda del momento, tra l’avanguardia di Flying Lotus e la migliore tradizione afroamericana, Kamasi unisce il jazz al soul ed al funk in maniera estremamente fresca e coinvolgente, creando nuovi ponti fra generazioni e stili musicali. Il suo triplo cd THE EPIC su etichetta Brainfeeder (la stessa di Flying Lotus, Kendric Lamar, Thundercat…) è stato considerato da molta critica il miglior album del 2015 ed è un vero manifesto sonoro, con una visione del jazz profondamente progressiva e spirituale. Considerando anche le sue citazioni della grande eredità musicale e spirituale di Sun Ra, icona musicale a cui è dedicato il Locus 2016, Kamasi è la conclusione ideale per un festival dedicato allo spazio ed alle sue metafore artistiche: space is the place!

0

Anteprima Sziget Festival dedicata alla musica pugliese: 5 marzo/1 aprile

Sziget Festival, tra i principali festival musicali europei, quest’anno avrà una speciale anteprima dedicata alla musica pugliese. Nicola Conte, Populous, Kalàscima, Puglia Jazz Factory, MEry Fiore e Redrum Alone saranno i protagonisti di Sziget City Spring – realizzato da L’Alternativa in collaborazione con Sziget Festival e il sostegno di Puglia Sounds – in programma dal 5 marzo al 1 aprile nei più importanti live club di Budapest.

Kalascima

Kalascima

A partire da quest’anno, infatti, il prestigioso festival ungherese organizzerà delle anteprime nei club di Budapest per creare degli appuntenti di avvicinamento al festival vero e proprio. Spazio alla musica pugliese con sei appuntamenti che vedranno in scena alcuni degli artisti pugliesi più affermati all’estero e le nuove leve della scena regionale come accade ad agosto nel corso del Sziget Festival. Dal 2010 infatti Puglia Sounds sostiene la partecipazione di artisti pugliesi al grande evento e nel corso degli anni si sono esibiti oltre 30 artisti tra i quali Caparezza, Erica Mou, Canzoniere Grecanico Salentino, Diodato, Après la Classe e Mama Marjas.

Sziget City Spring prenderà il via sabato 5 marzo con il dj set di Nicola Conte, tra i più apprezzati artisti pugliesi nel mondo, al club Akvarium, prestigioso complesso culturale che offre una importante programmazione internazionale. E sempre il 5 marzo il collettivo Puglia Jazz Factory, composto da Gaetano Partipilo, Raffaele Casarano, Mirko Signorile, Marco Bardoscia e Fabio Accardi, sarà in concerto nel live club Opus music club, importante jazz club che ospita artisti ungheresi ed internazionali. Sabato 12 marzo i salentini Kalàscima, sempre più riconosciuti e apprezzati all’estero, saranno in concerto al Fonó Music Hall, punto di riferimento ungherese per la musica folk e world e tra i principali club di genere in Europa. Sabato 19 marzo sarà la volta della giovane cantautrice Pop MEry Fiore, entrata a far parte della Sugar di Caterina Caselli, che sarà in concerto al Telep, tra i principali club della movida di Budapest.  Infine in programma due appuntamenti con la musica elettronica del duo Redrum Alone, il 26 marzo al Telep, e del producer e dj salentino Populous, tra i principali esponenti della scena elettronica italiana, il 1 aprile al club Instant, tra i più famosi ruin pubs di Budapest con una programmazione musicale internazionale.

0

Il jazz italiano suona per L’Aquila e la Puglia c’è!

Anche la Puglia suona per L’Aquila. Domenica 6 settembre il jazz italiano si riunisce nella città abruzzese devastata dal terremoto per una maratona-evento lunga 12 ore promossa da Mibact – Ministero per i beni e le attività Culturali e del Turismo con il contributo di Puglia Sounds.

Puglia Sounds

Puglia Sounds

Tra i 600 musicisti che con l’iniziativa Il jazz italiano per L’Aquila chiederanno un’accelerazione dei tempi per la ricostruzione, è prevista la presenza di 9 artisti pugliesi. Nel corso della manifestazione, voluta dal ministro Dario Franceschini, dal sindaco Massimo Cialente e dal musicista Paolo Fresu, con il sostegno della Società Italiana degli Autori ed Editori, si esibiranno in varie formazioni il contrabbassista Marco Bardoscia, i pianisti Mirko Signorile e Gianni Lenoci, i sassofonisti Raffaele Casarano, Gaetano Partipilo e Roberto Ottaviano, il trombonista Gianluca Petrella e il guru del nu-jazz Nicola Conte, chiamato a tenere un dj set. La no stop musicale – 100 concerti dislocati in vari luoghi del centro storico, dove insieme al palco centrale di piazza Duomo verranno allestiti diversi palchi decentrati – prenderà il via alle ore 12.00 per terminare intorno alla mezzanotte.