0

Aspettando il tour, domani arriverà Nina Zilli

Arriva in radio Domani arriverà il nuovo singolo di Nina Zilli estratto da Modern Art, il nuovo album versatile e moderno che ci fa viaggiare nel tempo per esplorare a fondo tutte le suggestioni musicali.

Nina Zilli

Nina Zilli

Per Nina Zilli questo disco rappresenta un nuovo step nella sua straordinaria evoluzione artistica: mai uguale a sé stessa, sorprende ogni volta nella scrittura e nella ricerca musicale, con progetti di grande qualità. Dal 14 ottobre l’artista sarà on stage con una nuova serie di concerti. Dopo la data zero a Cremona, il MODERN ART TOUR prenderà il via il 14 ottobre da Cesena, e proseguirà nei club delle principali città italiane. Un’’occasione da non perdere per ripercorrere live i suoi successi più amati e per ascoltare i brani del nuovo progetto. Queste le prime date di MODERN ART TOUR: 13 ottobre Crema (Teatro San Domenico, Data Zero), 14 ottobre Cesena (Vidia Club), 18 ottobre Milano (Alcatraz), 19 ottobre Torino (Hiroshima Mon Amour), 27 ottobre Roncade – TV (New Age), 3 novembre Firenze (Viper Club), 4 novembre Roma (Atlantico), 11 novembre Fontaneto D’Agogna – NO (Phenomenon), 17 novembre Nonantola – MO (Vox), 18 novembre Brescia (Latte +), 24 novembre Napoli (Casa Della Musica), 25 novembre Maglie – LE (Industrie Musicali), 26 novembre Modugno – BA(Demodé).

0

La Modern Art ha una stella, è Nina Zilli

Nina Zilli esce con il suo quarto album intitolato Modern Art, scritto tra Milano e la Giamaica dove sono nati i testi. La cantautrice lo definisce urbano/tropicale per via delle influenze reggae e rap che si uniscono alle sonorità urban ben amalgamate con la sua voce potente. L’album, contiene undici brani inediti interamente scritti da Nina “è un album pieno d’amore universale, contro ogni sentimento di paura”.

Nina Zilli

Nina Zilli

di Carlotta Sorrentino

Il disco ospita un solo featuring che è Butti Giù dove la cantante duetta con J Ax in un brano “riottoso” e leggero, e la cover del brano Il Mio Posto Qual è , brano epocale cantato da Ornella Vannoni. L’uscita del disco è stata anticipata dal singolo Mi hai fatto fare tardi che ha conquistato i vertici delle classifiche Airplay. Il Modern Art tour partirà il 14 ottobre da Cesena per poi proseguire nei principali club d’Italia. La parte live è molto importante per Nina Zilli e vuole creare uno spettacolo a doc per questo album, alternando parti con la band formata da e brani con l’accompagnamento del Dj. Ovviamente non mancheranno i successi passati dell’artista.Ecco tutte le date del tour, comunque in costante aggiornamento:  13 ottobre Crema (Teatro San Domenico, Data Zero), 14 ottobre Cesena (Vidia Club), 18 ottobre Milano (Alcatraz), 19 ottobre Torino (Hiroshima Mon Amour), 27 ottobre Roncade - TV (New Age), 3 novembre Firenze (Viper Club), 4 novembre Roma (Atlantico), 11 novembre Fontaneto D’Agogna – NO (Phenomenon), 17 novembre Nonantola – MO (Vox), 18 novembre Brescia (Latte +), 24 novembre Napoli (Casa Della Musica), 25 novembre Maglie – LE (Industrie Musicali), 26 novembre Modugno – BA (Demodé).

0

Festival Show, il grande tributo alla bella musica italiana

Ancora una volta l’Arena di Verona si rende partecipe di un grande evento musicale, il Festival show, kermesse itinerante di radio Birikina e Radio Bella & Monella che ha intrattenuto 7 tappe del nord Italia raggiungendo più di 150 mila spettatori. 12 i giovani emergenti che si sono sfidati sul palco ma solo 3 sono riusciti ad aggiudicarsi il pass per il gran finale di stasera

Festival Show

Festival Show

di Irene Venturi

Ore 20.30, che lo spettacolo abbia inizio. Sulle note di Uptown Funk iniziano le danze con i corpo di ballo di Etienne Jean Marie. Presentano Giorgia Surina e Paolo Baruzzo. Il palco viene calcato da big della musica che porteranno i loro tormentoni estivi a conclusione di questa stagione e giovani che hanno il compito di rompere il ghiaccio. Lo Show inizia proprio con la sezione emergenti, i quali vengono giudicati da una commissione artistica di tutto rispetto composta da: Michele Torpedine, produttore discografico e manager musicale, il maestro Adriano Pennino, direttore d’orchestra, Luca Chiaravalli, autore di gran successo, l’autore Danilo Ciotti e il vocal coach Giancarlo Genise. La prima concorrente in gara è Chiara Ranieri di Napoli, 13 anni solo sulla carta. Presenza scenica e voce molto più matura della sua età, Chiara porta sul palco di Verona il suo primo inedito Chiedimi che racconta la sua età e le insicurezze a chi come noi la decina davanti l’età non la vede da un pò. A seguire Nico, diciottenne di Ragusa con Se vuoi. Il palco sembra il suo ambiente ideale, si sente al sicuro e ci regala divertimento. La canzone è fresca, carismatica quanto lui e ti rimane nella testa. Concludono i Thema, band milanese che anima l’Arena e soprattutto la quota femminile. Se ci stai, il loro singolo, ha già raggiunto più di 150 000 visualizzazioni. Carica esplosiva sul palco e sonorità travolgenti che lo enderebbero facilmente un tormentone estivo. Velocemente si scopre il podio che vede vincitore della 18° edizione del Festival show Nico, che inaugura la vittoria facendo quasi scivolare il premio. Chiara Ranieri invece si aggiudica il secondo posto e i Thema il terzo.

Festival Show

Festival Show

Cast d’eccezione per il festival che festeggia non solo il quarto anno in Arena ma bensì la maggiore età tra musica, moda, ballo e spettacolo. A questo compleanno gli invitati sono Benji e Fede, Alex Britti, Francesco Gabbani, Raphael Gualazzi, Fausto Leali, Le Vibrazioni, Ermal Meta, Moreno, Nek, Riki, Shade, Sonohra, Thomas, Paola Turci, Nina Zilli. Tra le sorprese di questa serata Senhit, voce internazionale nata a Bologna da genitori eritrei che può vantare  di aver scalato tutte le classifiche inglesi. Presenza elegante ma allo stesso tempo forte e grintosa, forse per i capelli voluminosi che tutti vorremmo. Non nasce per caso, in passato ha avuto una lunga gavetta che l’ha vista aprire i concerti di Stadio, Zucchero e Renga. Ci presenta “something on your mind”, un electro pop che fa ballare e che speriamo di sentire più spesso anche sulle nostre frequenze. I tempi sono abbastanza lenti a causa delle frequenti pause per ingraziare e presentare i numerosi sponsor. All’ennesima interruzione il pubblico comincia a rispondere con toni non troppo accomodanti. Altri annunci importanti sono il ritorno in grande stile delle Vibrazioni e l’uscita del prossimo album di Thomas il 13 Ottobre per Warner Music Italia. Dopo il precedente EP ci aspetta un vero e proprio album che verrà presentato ufficialmente l’11 Novembre all’Atlantico di Roma e il 12 Novembre al Fabrique di Milano. Ed è subito Amore quando a calcare il palco arriva il duo di casa che era uscito dalle scene da un po’ di anni, i Sonohra. Dopo il sold out nell’ultimo tour, li ritroviamo nel tempio della musica che loro conoscono bene e che omaggiano dedicando proprio a Verona la canzone che li ha portati al successo. Luci accese, mani in alto e grida provenienti da ogni voce, perché dalle mamme ai bambini non c’è nessuno che non abbia fatto dell’Amore la propria colonna sonora. Riarrangiata dal duo composto dai fratelli Luca e Diego Fanello non smette mai di coinvolgere, avvolgere ed emozionare. Lo Show si conclude con Riki, acclamatissimo dai più giovani accorsi all’Arena solo per lui, e Gabbani, che riesce sempre a catturare un range di fan molto ampio. Rinnovata la partnership con REAL TIME che per il secondo anno segue l’evento. Potremo rivedere la finale sul canale 31 del gruppo Discovery Italia. L’appuntamento è per il prossimo anno con nuove voci emergenti e nuovi tormentoni.