0

XXIV Tributo ad Augusto, i Nomadi si regalano Fiorella Mannoia

Il «Tributo» è, da 24 anni, il riconoscimento del valore artistico e umano di personaggi che hanno dato e danno lustro alla musica italiana. La manifestazione, ideata nel 1993 dai giornalisti Stefano Ronzani e Fausto Pirito, viene organizzata annualmente, grazie alla disponibilità di Beppe Carletti e con l’approvazione di Rosanna Fantuzzi compagna del vocalist scomparso il 7 ottobre del 1992. Domenica 21 febbraio a Fiorella Mannoia sarà consegnato da Beppe Carletti, Rosanna Fantuzzi e Fausto Pirito un assegno (che sarà poi devoluto dalla stessa artista ad una associazione umanitaria a sua scelta) e una Targa personalizzata in memoria di Augusto Daolio.

I Nomadi

I Nomadi

Nelle precedenti edizioni, il «Tributo» è stato attribuito a Jovanotti (’93), Gang, (’94), Bisca-99Posse (’96), Agricantus (’97), Massimo Bubola (’98), Alberto Fortis (’99), Daniele Silvestri (2000), Piero Pelù (2001), Nazionale Cantanti (2002); Pooh (2003), Paolo Belli (2004), Elisa (2005), Francesco Renga (2006), Samuele Bersani (2007), Roberto Vecchioni (2008), Giusy Ferreri (2009), a Luciano Ligabue Speciale Tributo ad Augusto (2009), Zucchero “Sugar”  Fornaciari (2010); Biagio Antonacci. Nel 1995 un’edizione speciale del Tributo ha visto numerosi ospiti fra cui Fiorello, ha permesso l’emissione del cd «Tributo ad Augusto» con la partecipazione di Francesco Guccini, Ligabue, Timoria + Gianna Nannini, Teresa De Sio, Alice, Modena City Ramblers, C.S.I., Gang, Elio Revé, Inti Illimani, Enrico Ruggeri, Dennis & The Jets… Sono stati raccolti 150 milioni di lire (netti) divisi in parti uguali fra i bambini palestinesi di un villaggio nei pressi di  Hebron (tramite «Salaam Ragazzi dell’Olivo»), i bambini dell’orfanotrofio di San Paolo del Brasile (tramite la «Comunità Nuova» di don Gino Rigoldi, cappellano del carcere minorile «Beccaria» di Milano) e i bambini tibetani del monastero di Sera Je (India), tramite l’Istituto (2011); Franco Battiato (2012); Alice (2013); Nek (2014); Luca Carboni (2015) «Lama Tzong Khapa» di Pomaia (PI). Al «Tributo» farà seguito (ore 16) un concerto-fiume dei Nomadi.

0

Beppe Carletti ci porta alle origini dei Nomadi

L’indimenticabile Augusto Daolio è l’interprete di questo disco che ripercorre dieci fra i brani più significativi e suggestivi dei Nomadi di Augusto e Beppe. Tutti i brani sono stati rivisitati.

Beppe Carlenti e Augusto Daolio in una foto d'epoca

Beppe Carletti e Augusto Daolio in una foto d’epoca

Nel 1963 ebbe inizio questa avventura straordinaria ed unica per desiderio di due ragazzi di sedici anni, sono passati 52 anni è la storia che loro hanno iniziato è ancora realtà (oltre 90 concerti all’anno, più di 100 fan club in tutta Italia). Forti emozioni segnano l’ascolto di questo cd grazie alla voce di Augusto, alle sue interpretazioni, al suo timbro che non ha eguali: “Grazie a tutti coloro che hanno contribuito a realizzare il mio sogno e quello di Augusto” (Beppe Carletti). Il disco è prodotto da Beppe Carletti è distribuito da Artist First.

0

Nomadi, a Luca Carboni il Tributo ad Augusto 2015

Luca Carboni è il vincitore del XXIII Tributo ad Augusto, manifestazione ideata nella primavera del 1993 dai giornalisti Stefano Ronzani e Fausto Pirìto con il consenso e il sostegno di Beppe Carletti (co-fondatore e leader de I Nomadi) e Rosanna Fantuzzi (compagna di Daolio, storica voce della band emiliana, scomparso il 7 ottobre 1992).

Beppe Carletti

Beppe Carletti

Il cantautore bolognese riceverà il riconoscimento durante il concerto-fiume previsto domenica 22 febbraio (dalle ore 16) a Novellara (Reggio Emilia) nell’ambito del NOMADINCONTRO 2015 che si aprirà sabato 21. Carboni ha deciso di destinare il premio in denaro ad AMANI onlus, associazione no-profit impegnata dal 1995 nella istituzione di case di accoglienza, centri educativi, scolastici e professionali in Kenya, Zambia e Sudan e nella difesa del diritto di bambini e giovani di questi Paesi ad avere un’identità certa, cibo, istruzione, salute e l’affetto di un adulto.

Sono passati oltre due decenni e il Tributo è diventato un appuntamento prestigioso che tutti gli anni, intorno al 18 febbraio, giorno del compleanno di Daolio, richiama a Novellara, paese di nascita del cantante, più di 10mila persone da tutta Italia. Il Tributo ad Augusto consiste in una Targa d’autore personalizzata in memoria di Daolio e in un premio in denaro che viene assegnato ogni anno come “riconoscimento del valore artistico e umano di musicisti che hanno fatto grande la canzone italiana”. Luca Carboni riceverà il Premio da Rosanna Fantuzzi, Beppe Carletti e Fausto Pirìto e si esibirà sul palco insieme con Carletti, tastiere (dal 1963); Daniele Campani, batteria (dal 1990); Cico Falzone, prima chitarra e voce (dal 1990); Massimo Vecchi, basso e voce (dal 1998); Sergio Reggioli, violino, percussioni e voce (dal 1998); Cristiano Turato, voce solista e chitarra (dal 2012).

Ecco l’elenco di tutti i premiati: Jovanotti (1993), Gang (1994), Bisca-99Posse (1996), Agricantus (1997), Massimo Bubola (1998), Alberto Fortis (1999), Daniele Silvestri (2000), Piero Pelù (2001), Nazionale Cantanti (2002), Pooh (2003), Paolo belli (2004), Elisa (2005), Francesco Renga (2006), Samuele Bersani (2007), Roberto Vecchioni (2008), Ligabue e Giusy Ferreri (2009), Zucchero (2010), Biagio Antonacci (2011), Franco Battiato (2012), Alice (2013), Nek (2014). Nel 1995 il “Tributo ad Augusto” si concretizzò nella pubblicazione di un cd/lp omonimo con la partecipazione di artisti italiani e stranieri attraverso la reinterpretazione di canzoni del repertorio de I Nomadi. In ordine di apparizione nell’album: Francesco Guccini, Ligabue, Teresa De Sio, Gang, Gianna Nannini & Timorìa, Coro dell’Antoniano, Elio Revé y Su Charangon, Inti Illimani, Alice, Enrico Ruggeri, Modena City Ramblers, Dennis & The Jets, CSI, Pubblico Nomade live. I proventi furono devoluti ad Associazioni umanitarie impegnate nella difesa dei diritti dei bambini tibetani, palestinesi e brasiliani.