0

Laura Pausini, sono sue le luci a San Siro

Due lunghe notti con la signora della musica. Laura Pausini ha incantato San Siro, diventata, grazie a lei, la Scala del Pop. Ecco le foto e il racconto di due serate uniche.

Laura Pausini a San Siro (foto Naphtalina)

Laura Pausini a San Siro (foto Naphtalina)

Tutto è pronto, il grande palco con tre mega schermi ha l’immagine fissa del quadrifoglio che accompagnerà il pubblico per tutta la sera! Ore 21, le luci si spengono, con una puntualità tipica dei grandi artisti. E l’aria si riempie delle note del brano che ha dato il nome anche al suo ultimo album Simili. Laura stupisce, fasciata in questo abito argentato e tacchi alti, già dal primo  brano del suo show. Terminato Simili dedica il concerto a tutte le donne che subiscono nel quotidiano ogni tipo di violenza. Poi attacca Resta in ascolto e fa sorridere lo stadio mostrando il dito “medio” a chi aveva affermato che per la seconda sera lo stadio Meazza non sarebbe stato pieno!

Laura Pausini a San Siro (foto Naphtalina)

Laura Pausini a San Siro (foto Naphtalina)

Il concerto continua con Innamorata e poi un super medley: Non ho mai smesso, Il nostro amore quotidiano, Se non te, Nella porta accanto. Al suo fan club dedica Bellissimo così e si procede con Ascolta il tuo cuore e Invece no, dedicata alla nonna che come lei rimane la contadina di Romagna. Altro medley con La geografia del cammino, Chiedilo al cielo e Una storia che vale. Dopo poco più di mezz’ora arriva il primo cambio d’abito. Sospesa su di un’altalena incanta le luci blu di San Siro intonando Sono solo nuvole. Poi arriva Come se non fosse stato amore con un nuovo abito, bianco e nero, un po’ rock. Ora imbraccia una chitarra a forma di quadrifoglio che è il leitmotiv del suo tour2016.

Laura Pausini a San Siro (foto Naphtalina)

Laura Pausini a San Siro (foto Naphtalina)

Altro medley con l’aggiunta di u  brano in spagnolo per i suoi fan arrivati da ogni parte del mondo: 200 note e Se ami sai. Scenografie strepitose sul palco di San Siro come è strepitoso un pezzo-samba in portoghese dedicato ai suoi fan brasiliani! E tra le luci del tricolore con questo gioco di fasci che accarezzano lo stadio ci regala Tra te e il mare e vai con un altro medley: Il tuo nome in maiuscolo, Nel modo più sincero che c’è, Casomai. Poi canta accompagnata alla chitarra dal suo compagno di vita e di musica nonché papà della sua piccola Paola, Paolo Carta, Un fatto ovvio, Colpevole, La prospettiva di me.

Laura Pausini a San Siro (foto Naphtalina)

Laura Pausini a San Siro (foto Naphtalina)

Il tempo vola e non si è mai stanchi di cantare a squarciagola con Laura: il pubblico la invoca e lei dopo pochi minuti di assenza regala un fantastico video in cui la piccola Paola, Laura e Paolo sono i protagonisti mentre lei intona Celeste! Terminato il momento dolce e romantico cambia look e Con la Musica alla radio appare in un strepitoso e luccicante abito verde in paillettes! Laura è cambiata nel look è maturata artisticamente, ma rimane pur sempre una ragazza semplice e solare, non distante da quella che, oltre vent’anni fa, vinse San Remo con La solitudine! Prosegue con Surrender e Io c’ero prima di un bis con Simili : ed è la magica chiusura del cerchio.

0

Tanti auguri a Mamma Laura da Note Spillate

Laura Pausini

Laura Pausini e Paolo Carta annunciano emozionati la nascita della loro piccola Paola. La cantante italiana più famosa nel mondo aveva reso nota la gravidanza lo scorso 15 Settembre 2012, in occasione del raduno del suo fan club, e l’8 febbraio 2013 i genitori hanno scelto di condividere la loro gioia per l’arrivo di Paola con un’emozionante foto pubblicata nel sito ufficiale dell’artista.

Paola è l’unione dei nomi dei genitori (Paolo e Laura) e il simbolo del loro amore. Curiosamente è febbraio, ancora una volta, il mese di Laura: un mese che racchiude così il traguardo più atteso e più importante della sua vita, la maternità, e le grandi soddisfazioni della sua carriera: dalla vittoria del Festival di Sanremo ‘93, di cui quest’anno ricorre il ventennale, alla conquista del Grammy Award, avvenuta sette anni fa esattamente in questa data.