0

Peligro, il rapper “assoluto” di Milano

Il rapper milanese Peligro si esibirà al Legend 54 di Milano nell’ambito dell’Emergenza Festival, il più grande festival del mondo dedicato alla musica emergente (viale Enrico Fermi, 98 – ore 22.30 – per info biglietti info@peligro-music.it).
peligro
Sul palco l’artista presenterà, tra gli altri, i brani del suo ultimo EP Assoluto (distribuito da Artist First) e sarà accompagnato alla consolle da Dj Dany Rio, alle voci da Kodiak e al sax da Marcello Turcato. Ospite speciale della serata la giovane cantautrice calabrese Ylenia Lucisano, con cui Peligro duetterà sulle note di Dove Arrivi (Ti Odio E Ti Amo): “Sono molto contento di poter suonare sul palco del Legend 54. È un locale che, negli anni, ha ospitato tantissimi rapper ed è un onore per me portare questo genere musicale su quel palco – racconta Peligro in merito al concerto -  Inoltre, l’Emergenza Festival è un’iniziativa molto interessante e sarà una bella sfida vedere come reagirà il pubblico quando si troverà ad ascoltare un genere che non è necessariamente quello a cui è abituato. Mi fido ciecamente delle persone che mi accompagneranno e mi daranno man forte durante la serata e mi impegnerò al massimo per dare al pubblico uno spettacolo di cui possa ricordarsi con piacere. Non c’è limite allo show!”. Assoluto, disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming, è composto da cinque tracce che, pur mantenendo una complessiva integrità nel sound, toccano mondi diversi e rendono l’EP molto vario nell’esplorazione musicale. La release, prodotta da Hernan Brando, alterna sonorità elettroniche a inserti acustici, passando dal soul del singolo Frammenti alle contaminazioni EDM della title-track. I temi trattati spaziano da riflessioni sulla musica, sulla scrittura e sul processo creativo, a riferimenti storici e letterari. Questa la tracklist del disco:“Assoluto”; “Arte Per L’Arte”; “Frammenti”; “Jesse Owens/Farenheit”; “Frammenti” (Radio Edit).

0

Clementino accende il Vulcano

Uscirà il prossimo 24 marzo il nuovo album d’inediti di Clementino, Vulcano.  Dal 3 marzo il disco  sarà già in preordine su iTunes, con le  instant gratification dei brani Ragazzi Fuori e Uè Ammò, quest’ultimo disponibile anche sulle piattaforme streaming.

Clementino

Clementino

Vulcano contiene tredici tracce inedite (“Uè Ammò”, “Stamm Ccà”, “Cenere”, “Tutti scienziati”, “Keep calm e sientete a Clementino”, “Ragazzi Fuori”, “Deserto”, “Joint”, “Coffee Shop”, “La cosa più bella che ho”, “Spartanapoli”, “A capa sotto”, “Paolo Sorrentino”) interamente scritte da Clementino, tranne il brano presentato in gara al Festival Sanremo, Ragazzi Fuori, composto nel testo insieme a Marracash: “Ho deciso di chiamare il mio album Vulcano perché io stesso mi sento un po’ come un vulcano: tutto il fuoco che ho dentro è uscito fuori attraverso le rime.” – racconta Clementino – “Ho scritto i testi interamente e per la prima volta ho interpretato ogni canzone da solo, senza alcun featuring. In Vulcano ho messo al centro  me stesso, Clementino, sperimentando anche sonorità che non avevo usato prima”

0

Fedez e J Ax raccontano i Comunisti col Rolex

Ne avevamo assaggiato le potenzialità con i singoli Vorrei ma non Posto e Assenzio, ora come un uppercut arriva l’album, Comunisti col Rolex, firmato da Fedez e J Ax. Lo hanno presentato a casa di Fedez, un ultimo piano con vista sul mondo a Milano. Vi racconto come è andata.

J Ax, Fedez e...io

J Ax, Fedez e…io

Sedici canzoni, featuring importanti di certo questo disco lascerà il segno perché Fedez e J Ax sanno graffiare le nostre anime con le loro parole, con i loro concetti. Loro che hanno dimostrato che si può diventare ricchi onestamente riescono mettere in fila i nostri desideri, a partire dall’amore per l’Italia (Non conta se nasci in Italia ma se la ami. Fin da piccolo, con i luoghi comuni, ti insegnano a odiare il tuo paese, a viverlo con ostilità. Come accade per gli afro-americani) fino al vero status symbol di questa epoca, fare tutto gratis (In Italia il lusso supremo è scroccare, farsi offrire) come impariamo (è proprio il caso di usare questo verbo) in canzoni quali L’Italia per me e Senza pagare. Quest’ultima, secondo Fedez, sarà la hit della prossima estate.

J Ax e Fedez durante l'intervista

J Ax e Fedez durante l’intervista

Nato il disco per Fedez e J Ax è il momento di dedicarsi al tour che è organizaato da Clemente Zard: “Abbiamo venduto già oltre 107 biglietti -dice Fedez-anzi volevo dire 107mila (ride per la svista), confidiamo in sold out più o meno ovunque. A Milano arriverà la quarta data. C’è anche una Arena di Verona in programma. Poi faremo Festival Estivi. In tour con noi ci sarà Paolo Jannacci, che ha suonato la fisarmonica in Comunisti col Rolex“. Il disco scarnifica le regole del rap, ha canzoni lunghe, che vanno intorno ai cinque minuti, il ritornello non torna almeno tre volte come insegnano le (presunte) regole del buon rapper.

Un saluto con Fedez

Un saluto con Fedez

Ci sono moltissime collaborazioni: Alessandra Amoroso, Arisa, Loredana Berté, Alessia Cara, Giusy Ferreri, Nek, Sergio Sylvestre, Stash e Levante. Ma anche molti che anno collaborato in altro modo e si chiamano Calcutta e Takagi & Ketra (“Sono quello che erano i Fratelli La Bionda negli anni Settanta e Ottanta“, chiosa J Ax). Il disco è un rincorrersi di emozioni, perché ognuno, a prescindere dall’età si riconosce il alcuni momenti. E’ un disco che può portare al cambiamento. Un po’ come dovrebbero fare i Comunisti col Rolex: “Nessun problema ad accettarli purché dirigano la gente veso il cambiamento. Che deve essere subito e non fra qualche anno, altrimenti arriveranno altri Donald Trump che cavalcano il malcontento“.

Milano vista da casa Fedez

Milano vista da casa Fedez