0

Polignano a Mare, torna Meraviglioso Modugno

Morgan, Enrico Ruggeri, Dolcenera e Riccardo Scamarcio, che ritirerà il Premio Città di Polignano a Mare. Saranno tra i protagonisti di Meraviglioso Modugno, manifestazione che celebra Mister Volare. Torna l’appuntamento dedicato al grande artista pugliese, progetto di Puglia Sounds che dal 2013 si svolge a Polignano a Mare, città natale di Domenico Modugno, con l’obiettivo di rendere il piccolo centro sull’Adriatico un importante luogo di ricerca per la musica d’autore.

Francesca Michielin

Francesca Michielin

Con l’organizzazione del Comune di Polignano, il sostegno di Puglia Sounds e il rinnovato patrocinio di Siae e Federautori, Meraviglioso Modugno è in programma sabato 6 agosto, sempre in piazza Aldo Moro (ore 21, ingresso libero), per accendere con le canzoni e la sensibilità degli artisti ospiti i riflettori dello spettacolo sul dramma dell’immigrazione. Partendo dai versi «Hanno inventato il mare» tratti da Meraviglioso, canzone del 1968 con testi di Riccardo Pazzaglia, verranno messi a confronto il mare come bellezza e il mare come male del secolo, temi intorno ai quali ruoteranno le scelte dei cantanti invitati a reinterpretare il repertorio di Modugno.

Dolcenera

Dolcenera

“Modugno come la Puglia. Si sono fatti conoscere e amare poco a poco, giorno dopo giorno e alla fine ci sono entrati nelle vene. Perché per sentirsi a casa non basta esserci nati, per sentirsi a casa occorre che quella casa si prenda cura di noi, come ha fatto Modugno, con i suoi cieli trapunti di stelle, e come ha fatto la Puglia, con i suoi chilometri di bellezza e tradizione. Meraviglioso Modugno a Polignano a Mare è un appuntamento che la Regione non avrebbe mai potuto mancare perché si prende cura dei pugliesi, li accarezza con le mani della poesia, della conoscenza. È un riconoscimento al passato e un investimento sul futuro” commenta Loredana Capone, Assessore Industrie Turistiche e Culturali e Sviluppo Economico Regione Puglia.

Enrico Ruggeri

Enrico Ruggeri

Con Morgan, Ruggeri e Dolcenera sono attesi anche l’Orchestra di Piazza Vittorio con Mama Marjas, Francesca Michielin, Francesco Gabbani e Giosada, le cui presenze testimoniano l’attenzione particolare che quest’anno Meraviglioso Modugno riserva alle nuove generazioni di autori e interpreti, anche con l’affidamento speciale della co-conduzione accanto a Maria Cristina Zoppa a una coppia inedita di voci, Giovanni Caccamo ed Ermal Meta, volti nuovi della musica italiana. La stessa Maria Cristina Zoppa cura con Stefano Senardi la direzione artistica della serata, nel corso della quale l’attore pugliese Riccardo Scamarcio ritirerà il Premio Città di Polignano a Mare 2016 per aver contribuito a promuovere l’immagine dell’accogliente località pugliese. Nel corso delle varie edizioni Meraviglioso Modugno ha ospitato, tra i tanti, i Negramaro, Vinicio Capossela, Daniele Silvestri, Gino Paoli, Malika Ayane, Sud Sound System, Mannarino, Pacifico, Noemi, Simone Cristicchi, Mauro Ermanno Giovanardi, Nada, Paola Turci, Piero Pelù, Ornella Vanoni, Niccolò Fabi, Nina Zilli e Diodato. Meraviglioso Modugno è un progetto Puglia Sounds organizzato dal Comune di Polignano a Mare con il patrocinio della Società Italiana degli Autori ed Editori e della Federazione Autori

0

Puglia Sounds, il suo “papà” Princigalli saluta…le Istituzioni garantiscono un futuro al sistema musicale più rivoluzionario d’Italia

Ci sono delle volte che bisogna avere il coraggio di schierarsi. La notizia che Antonio Princigalli non sarà più il papà di Puglia Sounds fa male alla musica tutta. Non posso dire di essere un suo amico, ma ho avuto la fortuna di condividere con lui qualche pranzo e qualche chiacchiera nelle ultime edizioni del Medimex, la grande fiera della musica, delle idee, della bellezza che in autunno trasforma Bari nella capitale mondiale della discografia. C’è un particolare che mi ha colpito dalla prima stretta di mano: la gioia per quel mondo, un mondo che lui ha costruito e retto sulle sue spalle come Atlante regge il mondo. Certo intorno a lui tanti collaboratori e cito per tutti Luciano Rutigliano col quale sono fiero, nel tempo, di avere costruito un rapporto di amicizia. Anche se fatta solo di mail, telefonate ed sms. Luciano è una persona che ti va di avere amico dal primo sguardo, come Princigalli dalla prima stretta di mano. Non sto qui a raccontarvi i numeri di Puglia Sounds, è giusto che li dica suo “papà” nella lettera che ha scritto e che pubblico integralmente. Vorrei che chi, grazie a lui e al suo spirito imprenditoriale e rivoluzionario, ha lasciato la Puglia per salire sui palchi di Londra, di Budapest (lo Sziget un sogno per migliaia di gruppi nel mondo, la Puglia ne è protagonista da tempo), dell’Oriente lontano e degli Stati Uniti, gli riconosca non meriti ma gratitudine. Un grazie è un bene prezioso. Grazie al rivoluzionario e ai suoi ragazzi, grazie a tutti quelli che hanno lavorato per costruire il sistema musicale più rivoluzionario d’Italia. L’assurdo è, come leggerete qua sotto, che a dire grazie è lui! Non fermiamo questa rivoluzione.

Antonio Princigalli

Antonio Princigalli

Messaggio di Antonio Princigalli
Cari tutti ,
vi scrivo per comunicarvi che da domani, 1 luglio 2016,  terminerò il mio ruolo di Coordinatore di Puglia Sounds.
Il progetto per lo sviluppo del “sistema musicale” più innovativo che sia mai stato realizzato in Italia.
Dal 2010 abbiamo organizzato 5 edizioni del Medimex, promosso circa 800 concerti in 80 Paesi del mondo, favorito la creazione di quasi 200 dischi, creato una rete tra 106 festival, sostenuto migliaia di spettacoli.
Nulla di tutto questo sarebbe stato possibile senza una intelligenza politica complessiva che ha attribuito alla cultura un ruolo centrale per la Puglia e che ha avuto la lungimiranza di capire che l’enorme patrimonio musicale pugliese
potesse contribuire allo sviluppo economico, sociale e turistico della regione.
Nulla di tutto questo sarebbe stato possibile senza gli  artisti, i festival, le case discografiche, le imprese, le associazioni, i tecnici, gli studi di registrazione etc. che con il loro lavoro e la loro creatività sono stati i principali artefici dei risultati raggiunti.
Nulla di tutto questo sarebbe stato possibile senza che molte persone avessero svolto in questi anni il proprio lavoro all’interno di Puglia Sounds, con encomiabile dedizione e professionalità.
Questo è quello che è stato.
Come stabilito, abbiamo concluso i progetti e  le attività previste dalla precedente programmazione entro giugno 2016 e risparmiando sui fondi pregressi, siamo riusciti anche a prorogare fino a novembre alcune attività internazionali e poco altro.
Di ciò che sarà del futuro di Puglia Sounds e del Medimex, purtroppo non so dirvi nulla.
Grazie,
Antonio Princigalli

Messaggio di Carmelo Grassi, presidente del Teatro Pubblico Pugliese
Facendo seguito alla newsletter appena trasmessa, intendo ringraziare il nostro cooordinatore del progetto Puglia Sounds Antonio Princigalli a nome del Teatro Pubblico Pugliese per il lavoro svolto.
Intendo inoltre precisare che il progetto Puglia Sounds ed il Medimex, per volontà del Presidente Emiliano e dell’Assessore al ramo Loredana Capone, continueranno in coerenza con la programmazione fesr 14-20 sulla quale si sta già
lavorando.
Il TPP sta operando nella stessa direzione ed in sinergia con la Regione per rendere possibile tutto ciò.
Il Presidente del Teatro Pubblico Pugliese
Carmelo Grassi

 

0

Puglia Sounds Record fa bene alla musica: sostiene 26 dischi nel 2016

Skanderband, Radicanto, Trio Cbs (Casarano – Bardoscia- Savoldelli), Nico Morelli, Fabrizio Savino, Livio Minafra, Hortensia Virtuosa, duo Gianni Iorio – Pasquale Stafano, Gabriele Panico, Mascarimirì, Molla, Mirko Signorile e Marco Messina, Dario Muci, Valerio Daniele, Chop Chop Band, La Municipàl, Luce, Antonio Amato Ensamble, OS Argonautas, Nidi D’Arac, Leland did it, Mery Fiore e Rosa Marino sono gli artisti ammessi al finanziamento dell’avviso pubblico Puglia Sounds Record 2016 e pubblicheranno un nuovo disco entro il 15 maggio prossimo. 23 nuove produzioni discografiche che diffondono la cultura musicale pugliese finanziate dall’unico fondo in Italia che sostiene la creazione e promozione di nuovi dischi e che sinora ha finanziato 175 dischi.

Hortensia Virtuosa

Hortensia Virtuosa

Saranno creati e promossi con il sostegno di Puglia Sounds i nuovi dischi di: Skanderband (etichetta Cosmasola) per un nuovo progetto con brani tradizionali arbëreshë e albanesi e la partecipazione della Fanfara Tirana, Radicanto (etichetta Arealive) per il decimo disco che celebra i 20 anni della formazione pugliese, Trio CBS formato da Raffele Casarano, Marco Bardoscia e Boris Salvoldelli (etichetta Moonjune Records) che rivisita in chiave jazz il disco The Dark side of the Moon dei Pink Floyd, Nico Morelli (etichetta Sarl Cristal Publishing) per un progetto di riscrittura originale di canti e danze pugliesi, Fabrizio Savino (Etichetta A.Ma Edizioni) per il terzo disco del chitarrista qui accompagnato da Luca Alemanno al contrabbasso e Gianlivio Liberti alla batteria, Livio Minafra (Etichetta Egea Music) per un doppio cd con brani originali del pianista e compositore pugliese, Hortensia Virtuosa (Etichetta Studio GLM) per un disco dedicato alle sonate a due violini e violoncello e basso continuo per organo del compositore Bartolomeo Bernardi, il duo Gianni Iorio e Pasquale Stafano (Etichetta Enja) per un disco che è un viaggio nel mondo del Tango dalle origini ai giorni nostri, Gabriele Panico (Etichetta Pocket Panther) per un nuovo progetto pensato per formazioni variabili che contiene 8 brani composti dal producer e compositore pugliese, Mascarimirì (etichetta Dilinò) per il nuovo progetto dedicato all’innovazione delle sonorità tradizionali, Molla (etichetta Auand) per il secondo disco per il giovane musicista pugliese che conferma la sua cifra pop/cantautorale, Mirko Signorile e Marco Messina (Etichetta Auand), un disco che unisce il jazz e la musica elettronica nato nell’ambito del Locus festival, Dario Muci (etichetta Anima Mundi) per un disco dedicato alla tradizione della Barberia e ai canti del Salento interpretati con anziani cantori popolari, Valerio Daniele (Etichetta Anima Mundi), per un progetto in cui il chitarrista e compositore salentino è accompagnato da alcune delle voci più rappresentative della scena salentina, Chop Chop Band (etichetta Fridge Records) per il disco che sancisce il ritorno della storica band reggae pugliese, La Municipàl (etichetta La Rivolta Records) per il disco d’esordio della formazione salentina composta da Carmine e Isabella Tundo, Luce (Etichetta Sorriso Edizioni) per il secondo disco della polistrumentista barese qui accompagnata da Marco Corcella e Michele Lionetti, Antonio Amato Ensemble (Etichetta Dodicilune) per un disco nel quale atmosfere musicali world fanno da tappeto alle interpretazione tipicamente popolari di Amato, OS Argonautas (Etichetta Digressione Music) per il secondo disco della formazione pugliese che si dedica alla reinterpretazione della canzone portoghese e brasiliana in una contaminazione con le musiche del Mediterraneo, Nidi D’Arac (Etichetta Goodfellas) per un disco che segna un ennesimo cambio di suono di una delle formazioni salentini più apprezzate in Italia e all’estero, Leland did it (etichetta Piccola Bottega Popolare) per il disco d’esodio della giovane formazione alternative rock-electronic pugliese, Mery Fiore (Etichetta Sugar) per il disco d’esordio, Rosa Marino (etichetta Kurumuny) per il primo disco del nuovo progetto che riunisce le “strumentiste vocali “ Ninfa Giannuzzi, Rachele Andrioli, Simona Gubello e Hajderaj Meli.