0

Roberta Finocchiaro incanta con Something True

Lei si chiama Roberta Finocchiaro, è una cantautrice siciliana e presenta il suo nuovo album intitolato Something True: la abbiamo incontrate e intervistata.

Roberta Finocchiaro

Roberta Finocchiaro

di Carlotta Sorrentino

Raccontami un po’ di Something True?
E’ il mio secondo album , è stato registrato a Memphis negli Stati Uniti negli studi della famiglia Sam Philipps che erano i produttori di Elvis, ho avuto l’opportunità di registrare questo album insieme a dei musicisti molto importanti per me.
Registrare negli USA che esperienza è stata?
Ho ricevuto molti stimoli positivi, da tutte le parti. Che mi hanno aiutato a registrare meglio e scrivere meglio, anche solo respirare quell’aria piena di storia era motivante. Infatti si ritrova anche nell’album che ha due facce musicali, una più funky e blues e l’altra più folk che sono Nashville e Memphis.
Perché il titolo Something True?
Un elemento importante di questo disco è la sincerità da qui nasce il titolo, per me penso che la cosa più importante per un musicista sia mantenere la sincerità musicale, non cambiare i base alle mode e rimanere se stessi per riuscire ad arrivare a un obiettivo duraturo nel tempo.
Chi ti ha ispirato per questo album?
Quest’album parla principalmente di me, delle mie sensazioni, i viaggi mi hanno aiutato molto, viaggiando ho scritto molte canzoni. Lo si può considerare un diario, io lo vedo sotto gli occhi di una musicista ma in realtà è anche una persona che affronta nuove esperienze e si butta in un mondo reale con le cose.
Di tutti i viaggi che hai fatto, qual’è quello che ti ha dato qualcosa in più?
Sicuramente questo viaggio in America, per me è stato importantissimo perché registrare li questo disco è stata una crescita musicale e personale. Something True racconta tutto questo, una crescita lenta che porta cose buone.
Che musica ascolti, quali sono i tuoi artisti preferiti?
Principalmente ascolto John Mayer, perche è un chitarrista, la chitarra per me è molto importante. Anche io mi considero più una chitarrista che una cantante. Ascolto molto Norah Jones perché amo molto la sua voce. Ryan Adams invece lo ascolto molto perché mi ispira nei testi.
Nell’album c’è una sola canzone in italiano, come mai questa scelta?
Questa canzone si intitola Paura, e parla del fatto che nella vita reale sono una persona ansiosa e piena di paure, mentre quando mi trovo sul palco a suonare mi sento a casa, nel posto giusto. Ho scelto di scriverla in italiano perché è una sensazione che sento molto e ho sentito la necessita di scriverla in italiano, è venuta così. Non escludo la possibilità di scrivere più in italiano in futuro.
Cosa ti aspetti dai live che stai per fare?
Quando inizio a suonare principalmente mi diverto, spero di far emozionare perché le emozioni son la cosa più importante nella musica, anche io spesso quando suono mi emoziono.
Quando sei lontano da casa, quale è la cosa che ti manca di più?
La mia famiglia, quella sempre. Loro mi mancano sempre perché sono fondamentali nella mia vita.

0

Roberta Finocchiaro apre Steve Forbert: racconta Something True

Roberta Finocchiaro avrà l’onore di aprire alcune date del tour del cantautore cult americano Steve Forbert, che torna in Italia dopo 21 anni. La cantautrice siciliana presenterà per l’occasione il suo nuovo album di inediti “Something True” (Tillie Records/Believe Digital), disponibile negli store digitali, su tutte le piattaforme streaming e nei negozi tradizionali. L’album, registrato negli studi della storica famiglia di Sam Phillips a Memphis (Tennessee), è acquistabile anche in formato vinile.

Roberta Finocchiaro

Roberta Finocchiaro


Queste le date del tour di Steve Forbert in cui suonerà anche la cantautrice catanese: lunedì 28 gennaio a Cantù (CO) presso il Live Club All’Una e Trentacinque Circa (Via Papa Giovanni XXIII, 7 – ore 21:30 – ingresso €20); martedì 29 gennaio alla Lambruscheria Ca’ Berti di Castelvetro di Modena (MO) (Via Spagna, 60 – ore 22:00 – ingresso su invito); mercoledì 30 gennaio presso la Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano (Via Talvera, 18 – ore 20:30 – ingresso €10). Something True è stato registrato negli studi della storica famiglia di Sam Phillips a Memphis (Tennessee) ed è prodotto da David LaBruyere Stephen Chopek, rispettivamente bassista e batterista che hanno accompagnato in tour e negli studi di registrazione John Mayer, e da Simona Virlinzi della Tillie Records. Il sound che troviamo nell’album è diviso tra il folk pop di Nashville e il Funk Soul di Memphis, entrambi suoni che arrivano da ispirazioni anni 70. «Something True è un album sincero e delicato ma allo stesso tempo pieno di Groove – racconta Roberta – e rispecchia la mia essenza e l’anima musicaleSomething True è l’essere consapevoli che le cose buone arrivano lentamente e con tanta pazienza mantenendo i piedi per terra. Questo album racconta una crescita, un percorso sincero e vero, il diario aperto di una musicista». È in radio il primo singolo estratto dall’album, “Leaf in a Hurricane”, accompagnato dal relativo video disponibile sui canali ufficiali dell’artista, girato a New York dal regista Marco Napoli e visibile al seguente link: www.youtu.be/QGdk5sGlha4

Roberta Finocchiaro è una chitarrista e cantautrice catanese. Fin da piccola coltiva la passione per la musica e a dieci anni inizia a suonare la chitarra e a scrivere le prime canzoni e in seguito impara a suonare anche il pianoforte. Nel dicembre 2014 Roberta viene notata dalla Tillie Records, etichetta discografica di Simona Virlinzi, sorella del produttore discografico catanese Francesco Virlinzi. A settembre 2016 pubblica il primo album “Foglie Di Carta”, dal genere pop/blues/folk e ispirato alle sonorità americane, che Roberta porta in giro per l’Italia con il mini tour “Foglie Di Carta Live”. A dicembre 2016 sale sul palco del Light Of Day (Italia) suonando con alcuni dei musicisti di Bruce Springsteen e il 7 dicembre 2016 apre l’ultima data del Tour “On” di Elisa. A settembre 2017 a Memphis (Tennessee) iniziano le registrazioni del suo secondo album che vanta la partecipazione di importanti musicisti americani tra cui il batterista Stephen Chopek e il bassista David LaBruyere, artisti che vantano collaborazioni live e in studio di registrazione con John Mayer, musicista preferito di Roberta. Nel dicembre 2017 Roberta vince il Fiat Music di Red Ronnie e si esibisce per la prima volta al Teatro Ariston di Sanremo. Nel gennaio 2018 si esibisce ad Asbury Park in occasione del Light Of Day (New Jersey).