0

Romina Falconi pubblica il nuovo episodio musicale…“Vuoi L’Amante”

Dopo aver tradotto in musica i temi emozionali del Pessimismo (“Cadono Saponette”) e dell’Abbandono (“Le 5 fasi del Dolore”)  Romina Falconi pubblica il nuovo episodio musicale Vuoi L’Amante” (Freak & Chic/Artist First), giàdisponibile in digital download (https://artistfirst.lnk.to/VuoiLAmantee da oggi su Vevo con un videoclip girato dal regista Saverio Corriero.

Romina Falconi

Romina Falconi

Il nuovo singolo, con la produzione di Francesco “Katoo” Catittidescrive la Dipendenza Affettiva e aggiunge un nuovo tassello alla “mappa emozionale” che l’artista vuole rappresentare nel nuovo disco di inediti atteso per marzo 2019. 

Do più amore di quanto ne riceva io”. “Mi ama ma non lo sa”. “Questo è uno dei temi più delicati che abbia mai affrontato”racconta Romina “Mi sono sentita l’amante del mio stesso fidanzato, un’ospite nella mia stessa casa. Il problema non è innamorarsi di una persona impegnata sentimentalmente o libera; il problema è innamorarsi di una persona che non è libera di amare, di una passione triste. Forse perché, in fondo, credi di meritarti solo quello. Almeno una volta nella vita, la nostra crocerossina interiore prende il controllo e allora, anziché lasciare andare chi ci rifiuta, ci facciamo i codini, ci mettiamo un procione sulla spalla e lo inseguiamo perché, poverino, ha bisogno di qualcuno che gli insegni ad amare. .

Ridendo e scherzando” continua Romina“descrivo un’ombra molto comune e, ancora una volta, ho deciso di farlo nel mio modo grottesco. Perché non importa quello che ci hanno insegnato le favole o l’adattamento italiano di Candy Candy. Quel procione non è un gatto, ma un cazzo di procione. E quello non si chiama amore, ma dipendenza affettiva”.

Romina Falconi sta sviluppando il nuovo disco di inediti con il preciso intento di coinvolgere il pubblico nella creazione interattiva e quindi emozionale di questo percorso artistico. Recentemente Romina ha infatti rappresentato la sua musica con una performance collettiva di spose abbandonate in tutta Italia oltre che aprire un Centro d’Ascolto per Cuori Infranti sotto Piazza Duomo a Milano. 

Romina Falconi, cresciuta nel quartiere romano di Torpignattara, si interessa alla musica fin da bambina, studiando canto ed esibendosi nella realtà locale. Un importante battesimo musicale arriva appena maggiorenne nel 2007 quando Romina presenta al Festival di Sanremo nella Sezione Giovani il brano “Ama”. Ispirata a realizzare un progetto trasversale e unico, inizia varie collaborazione con artisti e produttori della scena urban italiana, acquisendo e perfezionando negli anni un preciso stile musicale con liriche potenti e immagine spiazzante. Tra le collaborazioni più proficue quella con Immanuel Casto con il quale scrive e canta singoli molto amati dal pubblico condividendo anche vari tour nei più importanti club d’Italia. Il disco di esordio “Certi sogni si fanno attraverso un filo d’odio” è uscito a fine 2015 e contiene i singoli “Il Mio Prossimo Amore”, “Sotto il Cielo di Roma”, “Attraverso”, “Maniaca” e “Playboy” ed è entrato direttamente nella top20 della Fimi degli album più vendutiRomina Falconi, insieme ad Immanuel Casto, é socia e responsabile musicale della factory creativa Freak & Chic

0

Se cadono saponette c’è la musica di Romina Falconi

Negli ultimi giorni, davanti al carcere di San Vittore, allo Stadio San Siro, alla Borsa di Milano, a Cadorna e per tutta la città di Milano sono stati avvistati ironici cartelli di pericolo con la scritta: Caduta Saponette. È il segnale che dal 22 settembre, sarà in rotazione radiofonica e disponibile in digital download Cadono Saponette (Freak & Chic/Artist First), il nuovo singolo di Romina Falconi, l’unica cantautrice italiana a poter essere definita per stile e sound la Lady Gaga del Belpaese.

Romina Falconi

Romina Falconi

“È una vita che sorrido, quando arriva il mio regalo?” inizia così uno dei singoli più sferzanti della cantautrice romana che ironizza sulle sventure della vita “Cadono saponette ormai so piegarmi bene, tu che eviti il dolore dimmi un po’ come si fa”. Note amare che si accompagnano però a una visione autoironica di sé stessi “Sei cresciuto con l’amore, io con un paio di querele”«Cadono saponette è un’istantanea sulle difficoltà e sulla prudenza che ti blocca proprio quando è arrivato il momento di lasciarti andare, come un freno su una strada in discesa. – commenta Romina Falconi – Ho voluto usare una figura retorica per dare un senso popolare e quotidiano un testo che invece vuole esprimere un disagio oscuro ma molto diffuso fra le persone. Voglio incoraggiare chi appunto si sente così. Perché esiste sempre una seconda possibilità. Ogni lasciata è persa? Devi decidere se rimanere (sempre) alla stazione sbagliata con il vestito migliore, oppure cominciare a gestire pure la felicità. Questo testo e questa musica mi rappresentano, c’è tutto: ironia, origini popolari, il mio lato sensibile e intellettuale.»

Il singolo ha un sound moderno di livello internazionale realizzato grazie alla produzione di Maximilian Rio e Marco Zangirolami con la straordinaria partecipazione del batterista di fama internazionale Gary NovakRomina Falconi, cresciuta nel quartiere romano di Torpignattara, si interessa alla musica fin da bambina, studiando canto ed esibendosi nella realtà locale. Nel 2007, Romina presenta al Festival di Sanremo nella Sezione Giovani il brano “Ama”. Tra il 2009 e il 2010 è corista nell’”Ali e Radici World Tour” di Eros Ramazzotti. Incontra Immanuel Casto con cui nasce una proficua collaborazione artistica: firmano singoli molto amati dal pubblico web come “Crash”, “Sognando Cracovia”, “Eyeliner” e “Horror Vacui” e nel 2014 condividono un tour nei maggiori club d’Italia, come l’Alcatraz di Milano e l’Estragon di Bologna. Il disco di esordio Certi sogni si fanno attraverso un filo d’odio è uscito a fine 2015 e contiene i singoli “Il Mio Prossimo Amore”, “Sotto il Cielo di Roma”, “Attraverso”, “Maniaca”“Playboy” ed è entrato direttamente nella top20 della Fimi degli album più venduti e ad oggi ha raggiunto le 3.000 copie fisiche e oltre 4.000 download digitali. Romina Falconi, insieme ad Immanuel Casto, fa parte della factory creativa Freak & Chic.

0

Romina Falconi e l’eyeliner…Casto

E’ online il video del brano “Eyeliner” di Romina Falconi con Immanuel Casto. “Eyeliner” è estratto da “Attraverso”, il secondo EP della trilogia di Romina Falconi “Certi sogni si fanno Attraverso Un filo d’odio”, già disponibile in digital download e sulle principali piattaforme streaming.

Romina Falconi con Immanuel Casto

Romina Falconi con Immanuel Casto

Il 29 ottobre Romina Falconi e Immanuel Casto saranno in concerto all’Alcatraz di Milano con “Sognando Cracovia Tour” (prodotto da Barley Arts). Il titolo della tournée deriva dal brano “Sognando Cracovia”, una delle più significative collaborazioni tra i due cantanti, insieme a “Crash” e al recente “Eyeliner”. Romina Falconi e Immanuel Casto presenteranno i propri brani e nuove canzoni a sorpresa per uno show frizzante e coreografico.

Nel video del brano “Eyeliner”, scritto dalla stessa Romina Falconi, Immanuel Casto recita insieme a Romina fondendosi con la partner artistica nella figura di un trans, la cui vita è raccontata con delicatezza e umanità. Girato nell’Hotel The Yard di Milano, vede la regia di Luca Tartaglia, regista di tutti i videoclip finora realizzati per “Certi sogni si fanno Attraverso Un filo d’odio” (“Il mio prossimo amore”, “Sotto il Cielo di Roma” e “Attraverso”).

“Ho portato un po’ di Torpignattara in una storia Almodoviana –afferma Romina Falconi– è la rivisitazione contemporanea del mito di Marilyn Monroe, icona di bellezza ma anche di profondo disagio; nel videoclip io ed Immanuel Casto interpretiamo personaggi ritenuti loschi dalla società con reazioni ed emozioni umanissime. Desideravamo raccontare una storia scabrosa quanto lo è, alle volte, la vita. Vengo da un posto dove non si giudica mai perché, anche se siamo tutti diversi, siamo tutti capaci di amare, e di soffrire. Dedico questo video alla transgender Gio’, la mamma “col distintivo” con la quale sono cresciuta per tutta l’adolescenza».