0

Torna Puglia Sounds e ci porta Iggy Pop, Solange e Salmo

Riprendono Puglia Sounds Export, Puglia Sounds Live e Puglia Sounds Record con una nuova impostazione Young e Green. Da giovedì 8 a domenica 11 giugno 2017 Medimex Special Edition attività professionali, incontri d’Autore, panel, workshop, attività di networking, Puglia Sounds Musicarium, Songwriting Camp Medimex 2017 e mostre. Primi ospiti confermati: Iggy PopSolange e Salmo.

Iggy Pop

Iggy  Pop

Ripartono le attività di Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato dal Teatro Pubblico Pugliese e coordinato da Cesare Veronico, con elementi innovativi capaci di incidere in maniera ancora più strutturale nello sviluppo del comparto musicale pugliese ed essere al passo con un mercato in costante cambiamento. Creazione artistica, Impresa, Consumo sono i temi al centro della nuova programmazione 2017 che saranno sviluppati attraverso 8 parole chiave: accompagnamento alle imprese e allo sviluppo della Filiera, Young, diffusione digitale, maturità professionale, Green, accessibilità, sostenibilità economica, e infine multidisciplinarietà. Parole chiave che costituiscono lo scenario nel quale si sviluppa la strategia e si realizzano le attività rivolte all’intero sistema musicale regionale: dalla creazione artistica, alla programmazione (live regionale, nazionale e internazionale), dalla diffusione (distribuzione discografica fisica e digitale) alla fruizione. Importante novità è rappresentata dall’introduzione dei concetti Young, attenzione ai più giovani con attività di accompagnamento alle professioni della musica, che pervaderà tutte le attività e Green, ecosostenibilità e musica, che si svilupperà favorendo la programmazione di concerti ed eventi ad impatto zero che valorizzeranno beni culturali e paesaggisti pugliesi. Una nuova impostazione destinata a dare forte impulso alla crescita della filiera e un orizzonte a lungo termine delle politiche di sviluppo del sistema musicale pugliese. Il nuovo progetto di Puglia Sounds si inserisce nel percorso di Piiil Cultura, Piano Strategico della Cultura per la Puglia, confermandosi come uno dei pilastri della strategia di sviluppo della Regione Puglia. La nuova programmazione è realizzata in sinergia con il Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del territorio della Regione Puglia, con Apulia Film Commission e Puglia Promozione al fine di ottimizzare risorse e rendere maggiormente efficaci i risultati. Il progetto si sviluppa attraverso quattro assi principali: Puglia Sounds Export, Puglia Sounds Record, Puglia Sounds Live e infine Medimex.

Puglia Sounds Export, l’asse di intervento finalizzata all’internazionalizzazione del sistema musicale regionale, continuerà ad essere centrale nell’azione di sviluppo di Puglia Sounds e sarà focalizzata sull’incremento della presenza e della visibilità all’estero della cultura musicale pugliese e sulla formazione e accompagnamento alle imprese. Un insieme di azioni che prevede: la partecipazione di artisti e operatori pugliesi alle più importanti fiere/music conference internazionali (avviso pubblico disponibile sul sito web pugliasounds.it con la possibilità di partecipare ad importanti eventi in 9 Paesi e la possibilità di proporre la partecipazione a qualunque music conference mondiale); realizzazione di accordi con i più importanti network internazionali (già rinnovati gli accordi con Europe Jazz Network, I-Jazz e European Forum of Worldwide Music Festival finalizzati alla circuitazione di progetti musicali); realizzazione di focus/vetrine internazionali per la promozione del sistema musicale regionale; realizzazione di una programmazione internazionale della musica pugliese (avviso pubblico Puglia Sounds Export già pubblicato con una porzione di budget destinata agli artisti più giovani) e attività di formazione per imprese e operatori nella fondamentale fase di internazionalizzazione.

0

Kitty Kitty….canta Rose Villain la milanese di New York: guarda il VIDEO

Kitty Kitty è il nuovo singolo della cantante e cantautrice Rose Villain, milanese di stanza a New York, dove si è formata studiando musical e arti drammatiche e si è stabilita dopo aver frequentato il conservatorio di musica contemporanea di Los Angeles. Rose è la prima artista italiana che canta in inglese ad aver firmato con una major all’estero, visto che da pochi mesi è sotto contratto con la Universal in Germania. Qui in Italia si è fatta conoscere anche per aver collaborato con Salmo per il singolo Don Medellin, certificato disco d’oro.

Rose Villain

Rose Villain

GUARDA IL VIDEO DI KITTY KITTY

Appassionata di horror, cinema – trae ispirazione da registi come sono Quentin Tarantino, i fratelli Coen, Stanley Kubrick e David Lynch – e devota alla moda, i suoi interessi spaziano tra mondi diversi portando nei testi sprazzi di poesia, rimandi ad alieni o a catastrofi naturali e ancora spunti presi dalla criminologia. Cresciuta da amante del rock – tra i suoi artisti preferiti ci sono Nirvana, Led Zeppelin, Guns’N’Roses e Metallica, per citarne alcuni – Rose è stata presto attratta dall’hip hop – cita tra le sue influenze più importanti The Weeknd e Drake – e la sua musica fonde elettro-pop underground con beat hip hop e atmosfere “cinematiche”.

Dopo aver pubblicato in Italia, tramite Machete Empire Records, i primi due brani prodotti da SIXPM Get The Fuck Out Of My Pool Geisha - Rose Villan ora rilancia con lo stesso team per il nuovo singolo Kitty Kitty, un mix tra un beat hip hop, una chitarra mediorientale e dei synth pulsanti su cui scorre la sua voce. Il video, scritto da Rose Villain stessa e diretto da Mirko De Angelis, ha un’ambientazione notturna e mostra una coppia che ha una relazione dark e vaga di notte per svolgere una missione non del tutto prevedibile…

0

Salmo is back con Hellvisback

Esce venerdì 5 febbraio Hellvisback il nuovo album di Salmo. Chiarissimo omaggio ad Elvis Presley, a cui Salmo si ispira per creare un nuovo super eroi nato negli inferi. Questo album, prodotto dallo stesso Salmo e da Low Kidd, è disponibile in diverse versioni: Cd standard, Deluxe Edition (cd+fumetto), Deluxe Limited Edition numerata(cd+fumetto+vinile+t-shirt) e vinile. Lo abbiamo intervistato e lo abbiamo visto dal vivo in una serata Red Bull Followers.

Salmo durante il live del Red Bull Followers

Salmo durante il live del Red Bull Followers

di Carlotta Sorrentino

Perché si è ispirato a un personaggio come Elvis Presley?
“Innanzitutto sono un fan fin da quando ero un ragazzino. Poi sentivo il bisogno di unire qualcosa di storico come Elvis con qualcosa di molto attuale come può essere il mio personaggio con la maschera.
Sente di avere qualcosa in comune con lui?
Oltre alle basette abbiamo l’anima rock’n’roll.
Come nasce e come si sviluppa il fumetto?
Il fumetto inizia il con il mio funerale, vado all’inferno e incontro Elvis. Dalla fusione dei due personaggi ha origine Hellvisback, il super eroe che combatterà Satana per impedire una nuova apocalisse. C’è cosi tanta storia dietro Elvis che lo scenario ci sta ma non baso tutto il disco sul suo personaggio.
Come pensa verra preso questo album dal pubblico?
Non so, non ne ho idea, l’idea era fare qualcosa di diverso dall’album precedente, perché è sempre meglio stupire, se ti faccio sentire qualcosa e rimani stranito vuole dire che riesco a incuriosirti. Tutto l’album è basato sulla soglia d’attenzione, con l’avanzare della tecnologia dei social va tutto più veloce.
Quanto c’è di suonato nell’album?
Parecchio! Ho suonato molto anche io anche se non sono un grande musicista. Anche nella musica ho voluto mantenere questo legame tra vecchio e nuovo.
Anche nei live?
Si, è un’album molto da live. Ci sarà la prima parte con dj e poi i pezzi saranno riarrangiati.
Parlando di live, come ti sei trovato ad aprire i concerti di Jovanotti?
L’ho fatto per imparare qualcosa di nuovo, conquistare 30000 mila persone che non conoscono le mie canzoni è molto difficile. Dopo i primi due volevo smettere. Poi grazie ai miei fan sono riuscito ad andare avanti ed è stata una gran bella esperienza.
La tua casa discografica (Sony) ti definisce “difficile perché vuoi essere libero”: perché?
Devo avere la libertà di esprimermi.
Cosa vuole dire essere libero?
E’ tutto! Oggi anche grazie i social si può essere liberi di mostrarsi senza filtri puoi costruirti da solo, come ti esponi è deciso da te.
Nella scena finale del video di “Giuda” tutti ridono ma non hanno i denti…c’è un motivo?
Nel video io faccio il cameriere, ed è come se io servissi la mia musica, sono consapevole che con quello che faccio molte volte vado fuori dagli schemi e non vengo capito, come se servissi del cibo a persone che poi non riescono a masticarlo.
Chi è Giuda in Italia oggi?
I vari Giuda spesso li incontri nel lavoro. Dove girano i soldi.
Come li vedi i cantanti che partecipano ai talent?
Io personalmente non andrei mai in un talent, perché non mi interessa non per altro. Purtroppo molti artisti hanno bisogno del talent per far conoscere la loro musica, io faccio un determinato genere di musica che non c’entra nei talent. Sanremo per me è troppo vecchio, ha bisogno di una bella rinfrescata non solo di artisti ma tra gli organizzatori.
Ti definisci un rapper?
Si, la musica rap ha una storia così grande che ci sono varie sfaccettature del rapper.
Ascolti rap italiano?
“No, non ascolto tanto rap italiano ora, prima di diventare celebre ascoltavo molti rapper italiani.
Perché?
Principalmente perché non voglio essere influenzato.

L’album è stato presentato in anteprima a Milano il 29 gennaio per Red Bull Followers. Oltre 3.000 hanno partecipato al contest, ma solo 25 si sono aggiudicati la partecipazione a questa esperienza interattiva. Infatti prima di assistere al live di Salmo, i fortunati ragazzi hanno avuto l’opportunità di effettuare un percorso voyeuristico allestito al Nhow Hotel, dove hanno scoperto il mondo che l’artista narra nel suo ultimo progetto, dedicato al supereroe nato dalla fusione tra Salmo e Elvis.