0

Chiara Civello porta l’Eclipse in Tour!

Parte il 4 maggio, dall’Auditorium Parco della Musica di Roma il tour della sofisticata cantautrice Chiara Civello, in cui presenterà per la prima volta dal vivo il suo nuovo album Eclipse (distribuzione Sony Music Italy), che ha debuttato al dodicesimo posto della classifica degli album più venduti della settimana Top of the Music FIMI/GfK Italia (diffusa da FIMI) e che arriva a tre anni di distanza dall’ultimo disco Canzoni e dopo il fortunato tour che l’ha portata a esibirsi in Italia e all’estero.

chiara_civello
Queste tutte le date confermate del tour di Chiara Civello: giovedì 4 maggio all’Auditorium Parco della Musica di Roma, venerdì 5 alla Basilica di San Giovanni Maggiore Pignatelli di Napoli, il 10 al Teatro Palazzo di Bari, il 12 maggio all’UniCredit Pavilion di Milano. È possibile acquistare in prevendita i biglietti per la data di ROMA sul sito Ticketone.it, per la data di NAPOLI sul sito Go2.it, per la data di BARI sul sito e nei punti vendita Bookingshow.it e al botteghino del Teatro, e per la data di MILANO sul sito Geticket.it. Il pop italiano elegante, le influenze brasiliane, alcune rivisitazioni di classici del cinema italiano, gli arrangiamenti elettronici. Tutto questo è Eclipse, dodici brani registrati tra Parigi, New York, Rio e Bari, che uniscono gli elementi fondanti della musica di Chiara alla produzione illuminata di Marc Collin (Nouvelle Vague), capace di trovare un perfetto equilibrio tra atmosfere classiche e sonorità moderne e di mischiarel’atmosfera del grande cinema italiano con quella da nouvelle vague francese. L’Eclisse è un’ombra nel sole o un sole nell’ombra – racconta Chiara Civello – è una macchia scura che ha il sapore del vuoto e gli argini infuocati. È la fine di qualcosa e l’inizio di altro. La vita ha tante eclissi, tanti vuoti e col tempo ho imparato a lasciarli risuonare… e a farli ballare.

Per lavorare al nuovo repertorio, Chiara si è circondata di qualche amico di talento: Francesco Bianconi (Baustelle) e Kaballà hanno scritto con lei la rarefatta “New York City Boy”Cristina Donà è la co-autrice della malinconica “To Be Wild”; al raffinato chansonnier milanese Diego Mancino è affidato il compito di raccontare “Come vanno le cose”, in apertura dell’album; il sorprendente talento dei giovani cantautoriDimartino e Diana Tejera è al servizio di “Cuore in tasca” e di “La giusta distanza”. Non mancano le atmosfere brasiliane, che affiorano qui e là in tutto l’album, ma sono due le canzoni che Chiara dedica al suo mondo musicale d’elezione: “Sambarilove”, un contagioso “sambalanço” scritto a quattro mani con Rubinho Jacobina (che duetta con Chiara), e “Um Dia”, firmata con l’eclettico chitarrista Brasiliano Pedro SàQuesta la tracklist dell’album: “Come vanno le cose”, “Eclisse twist”, “Cuore in tasca”, “Qualcuno come te”, “Sambarilove”, “Parole parole”, “Amore amore amore”, “La giusta distanza”, “Um dia”, “New York City Boy”, “To Be Wild”, “Quello che conta”.

Il video del brano CUORE IN TASCAdiretto da Carlotta Cerquetti e prodotto da Quarter Moon Entertainment.Inc

0

Amy Lee (Evanescence) canta Love Exists…di Francesca Michielin

Entra oggi in rotazione radiofonica in Italia Love Exists, il singolo di Amy Lee, cantautrice e leader del gruppo vincitore di Grammy Evanescence. Il brano, già disponibile in digitale, è un’inedita versione in inglese della hit doppio platino di Francesca Michielin L’Amore Esiste. Con Love Exists arriva unaltro riconoscimento internazionaleper la cantautrice italiana dopo il successo di No Degree of Separation, che Francesca ha portato sul palco dell’Eurovision Song contest 2016.

Amy Lee

Amy Lee

Così Amy racconta il processo creativo e l’ispirazione da cui è nato il pezzo: “Quando ero in Italia a girare il video di Speak To Me, mi sono innamorata di una canzone che ho sentito in radio: ‘L’amore Esiste di Francesca Michielin. Questa canzone sembrava seguirmi ovunque, mi è entrata sottopelle e non se ne è più andata. Non sono riuscita a smettere di ascoltarla per l’intero viaggio verso casa. Ho ricostruito il significato del testo e ho iniziato a scrivere la mia personale versione in inglese. Ho condiviso la mia idea con uno dei miei produttori preferiti, Guy Sigsworth, e sono riuscita in qualche modo a convincerlo a venire a New York per lavorare con me sulla canzone. Dave Eggar ha contributo al pezzo con un maestoso arrangiamento d’archie tutti ci siamo concentrati su questa canzone per una settimana intera ai Flux Studios nel Lower East Side”.

“Lavorare su questo bel progetto è stata un’esperienza incredibilmente appagante. E con un team così talentuoso, ispirato, alla mano senza, senza regole o limitazioni. Guy mi ha indirizzato verso nuove strade e ho imparato molte cose. È stato un vero onore lavorare accanto a una persona che ammiro così tanto su qualcosa che al momento non aveva un piano, non era legata a nessun album da fare uscire, e non aveva altro scopo se non quello di seguire il mio istinto. Talvolta è facile arenarsi sugli obiettivi da raggiungere, quando ciò che conta di più nel fare musica, a mio parere, è seguire il cuore. Trovare un modo per soddisfare quel profondo bisogno di esprimere qualcosa che non si può dire con le sole parole”.

“L’amore è tutt’altro che semplice. E si manifesta in innumerevoli forme. Può essere scomodo. Doloroso. È più facile ignorarlo che fidarsi di lui. Possiamo essere abbastanza coraggiosi da amare, sapendo che ci ferirà? Possiamo abbandonare il cinismo tanto da riuscire a vedere oltre le frustrazioni, le insoddisfazioni, la paura dell’ignoto e la rabbia per tutto ciò che non possiamo controllare? L’amore è dappertutto. Anche nei luoghi più oscuri. E vale tutto. Guardate fuori, guardate dentro. L’amore esiste”.

Conosciuta come “una delle donne più importanti dell’hard rock” (Rolling Stone), Amy Lee è stata sempre apprezzata per il suo canto “potente, angelico e grintoso” (Loudwire). Inutile dire che il suo prossimo progetto è molto atteso. Amy Lee è attualmente in studio con la sua band, Evanescence, e sta lavorando a un nuovo album di inediti che uscirà entro la fine dell’anno.

0

Roma-Bangkok di Baby K (feat Giusy Ferreri) è il video italiano più visto di sempre

“ROMA – BANGKOK” di BABY K feat. GIUSY FERRERI ha superato 163 milioni di visualizzazioni, diventando il video italiano più visto di sempre!

Baby K

Baby K

Trionfo per il brano estratto dall’album “Kiss Kiss Bang Bang” che ha collezionato numeri da record  sia in Italia che all’estero: è il primo singolo di una artista italiana ad aver superato oltre 163 milioni di visualizzazioni con ben 8 DISCHI DI PLATINO, ha scalato le  classifiche in Argentina, Spagna, Francia, Belgio, Australia, Guatemala, Cile, Paesi Bassi, Finlandia, Singapore, Colombia, Perù, Marocco, è stata al N.1 NELLA CLASSIFICA ITALIANA di Shazam e presente nella classifica globale e di tendenza, 11 SETTIMANE AL N.1 della classifica FIMI-GfK dei singoli più venduti e vincitore delle categorie “Vevo Queen” e “Miglior video” di Vevo 2015.  È stata inoltre decretata ufficialmente “hit dell’anno” dalla classifica “Top of the Music 2015” FIMI-GfK dei singoli digitali più venduti ed è stata l’unica canzone italiana a entrare al vertice dopo 5 anni di dominio internazionale.
Attualmente Baby k è al lavoro per la realizzazione del nuovo album.