0

Con Raphael Gualazzi entriamo nell’estate di John Wayne

E’ tornato in radio e su tutte le piattaforme digitali uno dei cantautori più eclettici e geniali della musica italiana, Raphael Gualazzi, che si prepara a lasciare il segno con il suo nuovo singolo “L’estate di John Wayne” (etichetta Sugar).

Raphael Gualazzi

Raphael Gualazzi

“Torneranno i cinema all’aperto e i riti dell’estate le gonne molto corte. Tornerà Fellini e dopo un giorno farà un film soltanto per noi”: comincia così il nuovo viaggio musicale di Gualazzi che, a tre anni di distanza dal fortunato “Happy Mistake”, riprende la scena discografica con un brano versatile ed originale che si tuffa in un pop dagli echi vintage, e anticipa un album di inediti previsto a settembre 2016, capace di esplorare, con nuovo estro, i generi musicali a lui più cari rivestendoli con grande creatività.

C’è chi predice il futuro e chi rievoca il passato ma cosa succede quando la macchina del tempo si mette a funzionare a modo suo? “L’estate di John Wayne” racchiude tre minuti di easy listening raffinato e surreale, sonorità r’n’b e richiami western in cui la musica di Matteo Buzzanca e dello stesso Raphael, e la penna di Alessandro Raina e Lorenzo Urciullo, portano dentro un divertissement dove nulla sembra impossibile. Tre minuti di frammenti della nostra memoria collettiva che ritornano come figurine da scambiare in una sera di Luglio, mentre Andy Warhol dipinge banane e Pertini gioca un poker con…John Wayne.

Il singolo è accompagnato anche da un videoclip diretto da Jacopo Rondinelli e girato con lenti anamorfiche Lomo degli anni ’70, per renderne ancora più autentico l’aspetto vintage. Il video si immerge nell’immaginario cinematografico di Federico Fellini e del romanzo di Niccolò Ammaniti “Io non ho paura”. All’interno di una cornice estiva che evoca la vita di campagna di una volta, i protagonisti sono tre bambini che giocano ad interpretare le star e, ballando, cantando e facendo acrobazie, richiamano un mondo di personaggi e sapori d’altri tempi: i balli di John Travolta, gli oggetti vintage, i dischi dell’estate. Alla fine, la scritta “Raphael”, impressa sulla valigia del piccolo “cantante-mago”, rende omaggio proprio al manifesto del film di Fellini “Amarcord”.

0

Chiusa con te (xxx), ecco Giordana Angi, la manda Tiziano Ferro

Venerdì 8 luglio arriva in radio e in esclusiva su iTunes Chiusa con te (xxx), il nuovo singolo di Giordana Angi, la giovanissima cantautrice prodotta da Tiziano Ferro.

Giordana Angi

Giordana Angi

Chiusa con te (xxx) è un potente brano r’n’b che fonde la tradizione alle nuove sonorità. Un beat minimale scandisce un testo esplicito e sensuale (E la notte va/tu, stai ballando/ogni vena del tuo corpo è poesia/come balli quando guardi me/è l’apice) che racconta di una notte travolgente passata sul dancefloor. “Ho conosciuto Giordana grazie ad un demo che lei stessa mi inviò due anni fa. Rimasi subito colpito. Giordana Angi è autrice, interprete, dj, musicista. Fuori dai generi, sembrerebbe quasi un’artista britannica ma ha origini franco-italiane. Le sue canzoni sono oneste, solide e senza filtro alcuno, ispirate dall’esigenza di raccontare la realtà così com’è, dentro e fuori di lei. Abbiamo molto lavorato durante questi due anni e sono convinto Giordana possa rappresentare una bella ventata d’aria fresca nel panorama della nuova musica cantautorale italiana. Chiusa con te (xxx)” è solo l’inizio”, racconta Tiziano Ferro.

Autrice, interprete, dj e musicista, Giordana Angi è un talento poliedrico e possiede una vocalità e un timbro unici. Originaria di Latina, ma nata in Francia, scrive in tre lingue italiano, francese e inglese. Chiusa con te (xxx) è il primo brano dell’artista su etichetta Sugar, l’etichetta discografica indipendente che negli anni ha portato al successo alcuni dei più grandi nomi della musica italiana come Andrea Bocelli, Negramaro, Elisa, Malika Ayane, Raphael Gualazzi.

0

Negramaro, 6 ragazzi normali che sanno renderne migliaia speciali

E’ facile dire che nell’Arena ci vanno i gladiatori. E’ una associazione scontata. Io, all’Arena di Verona, ho visto sei ragazzi normali che ne hanno reso migliaia speciali, illuminandoli con i sogni e scaldandoli con la musica. Al punto che anche il cielo ha scelto le stelle dopo ore di diluvio.

Negramaro

Negramaro

La città dell’amore, come la ha più volte ribattezzata Giuliano ha chiuso questa seconda parte del Tour dei Negramaro. Ora ogni città è loro e la rivoluzione è davvero arrivata. Ma ne abbiamo già parlato. Quello che va sottolineato è come cinque ragazzi nornali, cinque amici riescano a far sì che tutto intorno a loro sia…Meraviglioso. Sono contagiosi…sono portatori di ottimismo. Dunque abbracciamoli e teniamoceli stretti perché tra nuvole e lenzuola c’è un mondo che loro ci raccontano e nel quale ci accompagnano, tenendoci per mano, regalandoci un sorriso nei momenti dove il sorriso non è previsto. E’ stato sfrattato dal cuore. Giuliano, Danilo, Lele, Pupillo, Ermanno e Andrea sono la garanzia che…tutto qui accadem che l’amore qui non passa e che è sempre estate. Non serve molto per farglielo capire, basta quella parola così bella ma che oggi troppo spesso è dimenticata: grazie. Grazie Negramaro.