0

Fred De Palma ci emoziona con Hanglover

Fred De Palma ci ha preparato con i singoli Adiòs, Il cielo guarda te e Ora che poi è finalmente arrivato l’album Hanglover, album ricco di collaborazioni che rappresenta un’evoluzione della scrittura del rapper. Lo abbiamo incontrato per farcelo raccontare, per entrare con lui nel mondo.

Fred De Palma e la cover di Hanglover

Fred De Palma e la cover di Hanglover

di Carlotta Sorrentino

Questo album è ricco di collaborazioni, qual è quella a cui tieni di più?
Sicuramente mi piacciono tutte tantissimo, ogni artista è stato scelto in base alle esigenze della canzone.
Se un adolescente ti chiedesse tre dischi per capire il rap italiano, oltre ad Hanglover cosa gli consiglieresti?
Sicuramente Marracash, il primo album di Marracash: è un album che mi ha formato, il primo che ho comprato fisicamente. Midnite di Salmo è un altro album è un altro album che mi ha influenzato molto, con una ricerca di scrittura e di sonorità incredibile. Infine Album di Ghali: è la prima volta che l’Italia si internazionalizza in questo modo, a me ha trasmesso una voglia di globalizzazione. Ghali con quest’album è uscito dai canoni della musica italiana.
Nel brano Un’altra Notte parli di sogni che diventano trappola, cosa è l’amore nella stagione del 2.0?
E’ il legame che è cambiato, parlo prevalentemente di tradimenti; in Ora Che parlo di tradimenti verso di me, e in Un’Altra Notte nei confronti di una ragazza. E’ l’amore ai tempi di Instagram.
Nel brano Niente Da Dire fai riferimenti alla nuova generazione di trapper, cosa ne pensi di questa nuova scena? E’ un caso che questo brano sia situato nell’album dopo 5.30 col featuring di Achille Lauro
Non è una una critica verso chi fa trap, ma verso il sistema in Italia. Quando una cosa funziona la devono tutti copiare. Dico Pubertrap, nessuno cerca la propria identità tutti copiano ma nessuno ha la sua identità, è un saccheggio dalla roba americana e francese, è ovviamente parte del game. Achille Lauro è un’amico e lo rispetto tantissimo.
Sempre per il discorso “Online On Time” qual è il tuo rapporto con i social?
E’ inevitabile, nel brano Hanglover parlo molto di questo, critico facendone parte, è molto sottile la differenza tra chi tramite i social comunica essendo un’artista e chi non lo è! I giovani sono sempre più confusi. Nel brano faccio un paragone, come se Leonardo Da Vinci oggi guardasse i like sotto le sue opere.
Negli ultimi anni, quante volte il tuo destino ha cambiato destinazione stupendo te per primo?
Molto più spesso di quanto si possa pensare, ho sempre creduto nella musica e nelle mie capacità.
Si dice che i rap sono i nuovi cantautori, ma per te esiste ancora il rap di protesta, quello cattivo che può portare al cambiamento sociale?
Io penso che ci sia il rap che porta al cambiamento dell’individuo, quello che mi scrivono i miei fan è molto simile, è assurdo come tante persone dopo aver ascoltato la canzone mi scrivono cose simili tra loro, questo crea unione e vuole dire che il messaggio è stato percepito. Secondo me la gente è stanca di sentir parlare di protesta, dalla tv, i giornali. Ognuno ha il suo ideale, le persone hanno voglia di emozioni.

0

Omar Pedrini il suo rock come non ci fosse un domani

Come se non ci fosse un domani  è il  titolo del  nuovo singolo, in radio e in vendita nei digital store da venerdì 28 aprile, e del suo prossimo album in uscita il 12 maggio (e in preorder da venerdì) per Warner Music.

La cover di Omar Pedrini

La cover di Omar Pedrini

Questo album, registrato e masterizzato tra le Officine Meccaniche di Milano, il Poddighe studio di Brescia e Londra, esce a tre anni dal precedente  lavoro discografico e segna un “nuovo inizio” nella vita di Omar Pedrini, quella che lui definisce  la sua terza vita o “terzo tempo”, dopo l’ ultimo intervento a cuore aperto dell’ ottobre 2014 . Con questo album Omar parla ai più giovani e li incita affinché prendano in mano il loro futuro e facciano sentire la loro voce. La copertina del singolo ritrae una foto della manifestazione dell’8 marzo 2017  delle ragazze ( e ragazzi ) di un liceo milanese. La foto è  inserita anche nell’ album ed è rappresentativa di molti giovani impegnati e di volontà per i quali Pedrini ha scritto questo disco.

Questa la track list di  Come se non ci fosse un domani:
Come se non ci fosse un domani
Fuoco a volontà
Dimmi non ti amo
Il cielo sopra Milano
Un gioco semplice
Angelo ribelle
Desperation Horse
Ancora lei
Freak Antoni
Sorridimi

Dal 12 maggio Omar Pedrini incontrerà i fan negli store delle principali città Italiane : il 12 maggio a Torino alla Feltrinelli di Piazza CLN 251 h.18.30; il 13 maggio a Brescia alla Feltrinelli di Corso Giuseppe Zanardelli, 3 h.18.30 ; il 14 maggio a Verona alla Feltrinelli di Via Quattro Spade, 2 h.18.30 ; 15 maggio a Padova alla  Feltrinelli di via San Francesco 7 h. 18.00; il 16 maggio a Milano  ala Feltrinelli di Piazza Piemonte 2 h.18.30; 17 maggio a Bologna alla Feltrinelli di Piazza Ravegnanah. 18.00; 18 maggio a  Firenze Feltrinelli RED di piazza della Repubblica h.18.30; 19 maggio a  Genova Feltrinelli di via Ceccardi 16 h.18.00; il 23 maggio  a Roma alla Feltrinelli di via Appia Nuova 427 h.18.00; il 24 maggio a Bari alla Feltrinelli di  via Melo 119 h.18:30.

0

Tinie Tempah, un concerto che è una festa

Una serata speciale, quella di sabato 1 aprile, ai Magazzini Generali di Milano dove era in programma il live del rapper britannico Tinie Tempah, unica data italiana del suo tour europeo! Noi c’eravamo e ve lo raccontiamo.

Tinie Tempah in concerto

Tinie Tempah in concerto

di Carlotta Sorrentino

A scaldare la serata, aspettando Tinie, c’è Mr. Rain, ex candidato di X Factor nel 2013 (quello che ripescato dedice di non partecipare al live): propone i suoi singoli tra cui I grandi non piangono mai e Honey canzone con un ritmo coinvolgente e un testo che non passa inosservato. E pdunque il momento do Tinie Tempah, conosciuto al grande pubblico per innumerevoli featuring come Not Letting Go insieme a Jess Glynne, Girls Like con Zara Larsson e la conosciutissima Miami 2 Ibiza dove la voce del cantante è accompagnata dagli Swedish House Mafia.

Tinie Tempah

Tinie Tempah

Il tour ha per protagoniste le canzoni del suo terzo album Youth, che contiene tantissimi generi musicali: Tinie Tempah non possiamo definirlo un concerto esclusivamente rap, perché riesce a fare rime su ogni tipo di base, dalle più hip hop alle più tecno, fino a creare veri e propri tormentoni come Mamacita ft. Wizkid, canzone che su youtube supera le 10 milioni di visualizzazioni e nell’estate 2016 ha fatto ballare tutto il mondo. Stavolta fa ballare il pubblico dei Magazzini Generali che per tutto il concerto si è scatenato come fosse una serata in discoteca. Per non far mancare nulla al suo pubblico il rapper decide di regalare la maglietta che indossa lanciandola ai fan e mostrando a tutti gli interessati il suo fisico “ non male”. Come omaggio al paese che lo ospita e che lo ha accolto a braccia aperte, canta Written In The Stars con la bandiera Italiana come fosse un mantello. Per concludere lo spettacolo decide di rinfrescare gli animi bollenti, diventati tali dal lancio della seconda maglietta, rovesciando acqua e tutto quello che c’era di liquido sul palco sugli spettatori delle prime file.