0

Benji & Fede, il nuovo album è Siamo solo Noise: la tracklist

Benji & Fede hanno annunciato il loro nuovo album “Siamo Solo Noise” che uscirà il prossimo 2 marzo nella versione Standard (con 12 pezzi) e Deluxe (con 15 pezzi), oltre in versione digitale e LP.

Benji e Fede con Shade

Benji e Fede con Shade

“Siamo Solo Noise” arriva a distanza di 3 anni dal loro primo album e dopo una serie di successi importanti che hanno contraddistinto il duo fenomeno degli ultimi anni, caso unico e raro di successo senza talent e senza provenire dalla scena rap, pionieri del web: 2 certificazioni Doppio Platino, 2 certificazioni Platino, 5  Oro, per un totale di oltre 140.000  album e oltre 560.000 singoli venduti; più di 100.000 persone presenti nei loro instore , oltre 80.000 persone ai loro live sold out per due tour consecutivi e più di 100 milioni di visualizzazioni su youtube, 2 album (20:05 e 0+) entrati direttamente al numero 1 della classifica.

 

Il prossimo singolo tratto dall’album sarà “On Demand”  che,  in radio e in uscita sui canali digitali da venerdì 23 febbraio,  nasce da una prima idea di Danti che è stata sviluppata con Benji & Fede e che vanta la collaborazione di Shade, l’ironico e l’irriverente rapper con all’attivo hit di successo quali “Bene ma non benissimo” e “Irraggiungibile”, entrambe certificate Platino per le vendite e con all’attivo milioni di visualizzazioni (oltre 30 milioni per “Bene ma non Benissimo” e oltre 50 milioni per “Irraggiungibile”).

 

Il singolo è stato annunciato con “simpatico” video sui social degli artisti: https://www.facebook.com/Benji.Fede/videos/1648976871824130/

 

 

Di seguito la track list:

Standard :

1. DA GRANDE

2. INCENDIO

3. ON DEMAND feat. Shade

4. NIENTE DI SPECIALE

5. XX SETTEMBRE

6. SEMPRE

7. MOSCOW MULE

8. SIAMO SOLO NOISE

9. TAKE AWAY

10. GLU GLU

11. DISORDINE

12. BUONA FORTUNA

 

 

Deluxe:

1. DA GRANDE

2. INCENDIO

3. ON DEMAND feat. Shade

4. NIENTE DI SPECIALE

5. XX SETTEMBRE

6. SEMPRE

7. MOSCOW MULE

8. SIAMO SOLO NOISE

9. TAKE AWAY

10. GLU GLU

11. DISORDINE

12. BUONA FORTUNA

13. VA BENE COSÌ

14. INCENDIO (acoustic)

15. BUONA FORTUNA (acoustic)

0

Baustelle, arrivano La Violenza e l’Amore Vol.2 e poi il Tour!

Finalmente è ufficiale: il prossimo 23 marzo, a poco più di un anno dall’uscita de “L’amore e la violenza”, i Baustelle pubblicheranno un nuovo album di inediti, intitolato “L’amore e la violenza vol.2” e accompagnato dal sottotitolo: “dodici nuovi pezzi facili” (Warner Music).

Baustelle

Baustelle

È stata proprio la band ad annunciare poco fa la notizia con un video-teaser diffuso sui propri canali web (visibile al link https://youtu.be/hOJLexWKpXA), video-teaser che segue quello pubblicato la scorsa settimana con il quale erano state annunciate le nove date del tour che il prossimo aprile vedrà i Baustelle esibirsi nei principali club italiani. Mai, nella loro ventennale carriera, i Baustelle avevano pubblicato due album ad una distanza così ravvicinata tra loro. “L’amore e la violenza vol.2” si muove nel solco musicale e tematico del volume uno, che tante soddisfazioni ha regalato alla band di Francesco Bianconi, Claudio Brasini e Rachele Bastreghi nel corso del 2017, concretizzatesi in un disco d’oro e in un tour di cinquanta concerti quasi interamente sold-out. Dal disco erano stati estratti tre singoli e altrettanti videoclip: “Amanda Lear”, “Il vangelo di Giovanni” e “Betty”. “L’amore violenza vol.2” è prodotto artisticamente da Francesco Bianconi e mixato da Pino “Pinaxa” Pischetola.

Alla pubblicazione dell’album farà seguito un tour, organizzato da Ponderosa Music & Arts.

Sul palco, oltre a Francesco Bianconi (voce, chitarre, tastiere), Claudio Brasini (chitarre) e Rachele Bastreghi (voce, tastiere, percussioni), ci saranno Ettore Bianconi (elettronica e tastiere), Sebastiano de Gennaro (percussioni), Alessandro Maiorino (basso), Diego Palazzo (tastiere e chitarre) e Andrea Faccioli (chitarre).

Queste le date nel dettaglio:
venerdì 7 aprile – SENIGALLIA (Ancona) – Mamamia
giovedì 12 aprile – BOLOGNA – Estragon
venerdì 13 aprile – FONTANETO D’AGOGNA (Novara) – Phenomenon
domenica 15 aprile – MILANO – Alcatraz
lunedì 16 aprile – FIRENZE – Obi Hall
giovedì 19 aprile – ROMA – Atlantico
venerdì 20 aprile – NAPOLI – Casa della Musica
domenica 22 aprile – TORINO – OGR
venerdì 27 aprile – PADOVA – Gran Teatro Geox

Tutti gli aggiornamenti sull’album e le informazioni per i biglietti del tour sono disponibili sul sito ufficiale www.baustelle.it.

0

Sanremo 2018, Renzo Rubino (in)canta con la forza delle parole

Renzo Rubino porta a Sanremo 2018 il brano Custodire. E alla sua terza partecipazione al Festival. Il brano è prodotto da Giuliano Sangiorgi. Sarà vestito da Missoni, nella sera dei duetti sarà affiancato da Serena Rossi. Al suo fianco il maestro martinese Marcello Faneschi. Lo abbiamo intervistato.

Renzo Rubino

Renzo Rubino

di Carlotta Sorrentino

Sappiamo che per lei questa non è una canzone prettamente d’amore, è ciò che vorrebbe si dicessero i suoi genitori che oggi non  si parlano più.
Avevo 7 anni quando hanno smesso di parlarsi, subito dopo ho iniziato a fare teatro. È difficile raccontarlo, farlo comprendere al grande pubblico.
Arriva a Sanremo dopo un periodo di pausa: è tornato a Martina Franca e ha fatto un po’ il pensionato.
Il nonno è la faccia del mio ultimo periodo ed è sulla cover del mio ultimo disco Il Gelato dopo il Mare. Ho fatto il pensionato per un po’ sul serio.
C’è tremore nelle sue parole.
Questo mondo mi ha fatto paura perché non era ciò che me lo aspettavo. La paura è arrivata, ho creduto che non avrei più fatto musica. Ero convinto fosse finita. Stavo pensando di fare altro.
Tipo?
Comporre colonne sonore! Ma poi sono tornate le canzoni.
Come nasce Custodire?
L’idea di questo brano mi è arrivata una notte di settembre, avevo visto un film terribile, c’era questo bambino abbandonato dai genitori. Lui aveva una grande potenzialità artistica e decide di diventare un direttore d’orchestra per poterli ritrovare. Diventare il più bravo di tutti per far sì che loro lo ascoltassero. Da lì ho scritto questo brano è mi sono chiesto: perché faccio musica?
Risposta?
Mi sono psicanalizzato perché nella vita di tutti i giorni sono insicuro mentre sul palco no.
Sul palco dell’Ariston, Renzo si fa aiutare da Giuliano Sangiorgi, che ha prodotto il brano.
Per me contaminarmi è un nuovo nella sua carriera musicale, il sound è di Giuliano mentre la liricità è mia. Si sono unite le due cose e rappresentano un nuovo me.
Questo è il suo terzo festival: come lo vive?
E’ un festival molto variegato, diverso dai precedenti, spero sia un festival poetico.