0

Luca Sapio, l’amante del Blues

Nel mondo del blues italiano Luca Sapio svetta: gavetta, tanto studio negli Stati Uniti, tour europei, due album all’attivo, collaborazioni con grandi artisti e blues che scorre nelle vene. Martedì 11 novembre Luca Sapio & The Dark Shadows hanno aperto la tappa milanese di Sharon Jones & The Dap-Kings, band di undici elementi guidati dall’esuberante ed energica Jones, più in forma che mai davanti ai suoi fan italiani.

Luca Sapio

Luca Sapio in concerto

di Matteo Rossini

Luca Sapio si è esibito per quasi un’ora sul palco dei Magazzini Generali, unica occasione per vederlo dal vivo in Italia. Il cantante ha scaldato il pubblico con la musica, la voce, ma soprattutto il suo calore dando sfogo alla passione per il blues e mettendo in scena uno spettacolo guidato da pezzi accattivanti, tra cui How Did We Lose It? e What Lord Has Done.

Abbiamo assistito a una serata il cui fulcro non è stata la musica, ma l’amore del cantante per il blues degli anni ’60. Anni e anni di studio e passione hanno fatto di Sapio un amante, più che un cantante.  Il palco è il luogo di pace in cui si riconcilia con ciò per cui vive. Il gessato rosso bordeaux non ha retto per tutta la serata, anzi, davvero per poco, dopo quattro brani l’artista è rimasto con camicia bianca e microfono, il sudore versato per la musica ha avuto la meglio. Le sue esibizioni sono particolari, forse anche uniche, gli spettatori sono attirati dalla musica, ma soprattuto dalla voglia di blues, dalla rabbia che mette nei testi dei brani e dalla volontà di far esplodere il sound degli anni ’60 e ’70 nelle orecchie di tutti.

Nei prossimi giorni Sapio & The Dark Shadows proseguiranno come supporting band dei concerti di Sharon Jones & The Dap-Kings toccando Svizzera e Portogallo dopo aver portato il blues in Francia, Belgio e Olanda.  Luca Sapio, dopo una lunga carriera, mostra ancora quella voglia di mangiarsi il palco propria degli artisti più giovani, nonostante abbia tenuto molti concerti e abbia anche preso parte al programma televisivo tedesco del sabato sera. A questo punto non resta che dire… che blues sia!

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a Sky TG24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *