0

Adelasia trova la via sicura…Tre Volte

Come se tu”Che peccatoDFDCM” – “amore/squallore”. Mese dopo mese, singolo dopo singolo, Adelasia ha seminato le briciole di un percorso in musica nato nelle pieghe del passato e condiviso con persone che ama. Per non perdersi, per ritrovare sempre la via sicura. Queste tracce sono oggi dieci e disegnano la strada di “Tre volte”, il nuovo album della cantautrice lucchese naturalizzata romana in uscita il 10 novembre via Factory Flaws in collaborazione con Border Records, disponibile in pre-save e pre-order.

Adelasia

Un’opera più che mai sentita, già a partire dal progetto grafico, dove Adelasia ha scelto di utilizzare per le copertine dei singoli fotografie scattate da suo nonno, Giuseppe Loy. Scatti incastonati ora nell’artwork di “Tre volte”, a comporre un mosaico emotivo che la ritrae in prospettiva aerea, seduta sulla schiena dei ricordi

“Sono principalmente foto in bianco e nero, dell’Italia degli anni ‘70 commenta Adelasia-. Le demo di tutti i brani del disco sono nate nella casa al mare che i nonni ci hanno lasciato a Sperlonga. Le pareti di questa casa sono tappezzate da queste fotografie: sono ovunque, tantissime, facce conosciute e facce sconosciute. Sono state i silenti testimoni del momento creativo e hanno ispirato le tematiche dei brani e il sapore del disco”. 

Per Adelasia “Tre volte” è intimo scandaglio interiore, un guardarsi dentro sempre guidato dall’amore nella scelta delle parole. Dieci canzoni intellettualmente oneste, scritte e prodotte da Adelasia con Edoardo Baroni, nate tra ottobre e dicembre del 2022 a Sperlonga, davanti al mare, all’indomani di una perdita importante. “Era appena morta mia nonna e in quel periodo stavo leggendo uno degli ultimi libri che ha scritto. Nell’incipit mia nonna dice, di se stessa, “Sono morta tre volte..” e secondo lei ogni volta era come ricominciare da capo. Da qui è nata la title-track che sintetizza il senso del progetto, ho capito che quello che stavo vivendo era un nuovo inizio”.

Un nuovo cammino scandito da sonorità multiformi, che rimbalzano su diverse sponde, dove il songwriting più raffinato e d’atmosfera apre a divagazioni elettroniche, e passaggi cupi e riflessivi fanno il paio con momenti eterei e sognanti. Dentro c’è il grande amore per l’indie-rock contemporaneo di matrice US che ha influenzato l’educazione musicale di Adelasia, senza perdere di vista la struttura della canzone pop fresca, leggera ed estiva.

notespillate

notespillate

Giornalista musicale, lavoro a Sky TG24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *